MotoGP, Test Jerez 2017: fulmine Jonathan Rea, primo in Superbike. Andrea Iannone secondo, è il migliore in MotoGP

Rea-Lorenzo-Di-Cola.jpg

Terza ed ultima giornata di test combinati tra MotoGP e Superbike sul circuito di Jerez de la Frontera, in Spagna. Oggi è tornato in pista Jonathan Rea e la differenza rispetto a ieri si è sentita: il pilota della Kawasaki ha infatti stampato il miglior tempo in 1’37″986 non solo tra le derivate di serie, ma anche assoluto, precedendo di 44 millesimi Andrea Iannone, il più veloce tra i piloti MotoGP.

Partendo proprio dalla classe regina del Motomondiale, quest’oggi non hanno preso parte ai test, come previsto, le due Ducati ufficiali. In assenza di Dovizioso e Lorenzo, i valori dei giorni scorsi sono stati confermati. Iannone è stato il più veloce con il tempo di 1’38″030, ribadendo di gradire la versione 2018 della Suzuki. Andrea ha infatti proseguito il suo lavoro di messa a punto della GSX-RR, al pari del suo compagno di team Alex Rins, 3° a meno di tre decimi. La Suzuki sembra fare sul serio in vista del prossimo anno ed infatti oggi ha preso parte ai test anche Sylvain Guintoli (13° a +1.5″), che ha svolto un lavoro complementare rispetto a quello dei due piloti ufficiali.

Tra i due piloti della Suzuki si è inserito Pol Espargaro, 2° in MotoGP e 3° assoluto a due decimi esatti da Iannone. Anche la KTM ha lavorato in ottica 2018, confermando i progressi già mostrati durante tutto l’arco della stagione da poco conclusa e promettendo di essere protagonista nel prossimo anno, anche con Bradley Smith, 8°. La prima delle Ducati è quella di Danilo Petrucci, autore del 6° tempo assoluto: l’italiano sta continuando il processo di adattamento alla GP18, che ha guidato per la prima volta solo in questa settimana, non avendola avuta a disposizione nei test di Valencia. Chiudono la top ten assoluta, poi, l’Aprilia di Scott Redding (9°) e la Ducati di Jack Miller (10°), sempre più a suo agio alla guida della GP17.

In Superbike, come detto, il più veloce è stato sempre lui, Jonathan Rea, che ha preceduto di tre decimi il suo compagno di squadra Tom Sykes (5° assoluto). Ottima prova, poi, anche per Alex Lowes (Yamaha), l’unico a tenere il passo dei due Kawasaki, piazzandosi a sei decimi in 7^ posizione assoluta. La prima delle Ducati è quella di Xavi Forés, a oltre un secondo di distacco, precedendo di poco Marco Melandri (15° assoluto a +1.5″). L’italiano, dopo il miglior tempo di ieri, si è dedicato allo sviluppo del motore, piuttosto che alla ricerca della prestazione. Con lo stesso tempo ha chiuso l’altra Yamaha di Michael van der Mark, davanti a Niccolò Canepa, in pista nelle vesti di collaudatore della casa giapponese.

I risultati dei test di Jerez di MotoGP e Superbike

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SULLA SUPERBIKE

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lorenzo Di Cola

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top