MotoGP, GP Valencia 2017: quante volte nella sua carriera, ritiri a parte, Marc Marquez è arrivato 12° o peggio in MotoGP?

Marquez-Lorenzo-Di-Cola.jpg

Eccoci. Siamo finalmente arrivati al giorno del giudizio del Mondiale MotoGP 2017. Tutto si deciderà nel Gran Premio di Valencia (clicca qui per programma e tv) di domenica. Chi la spunterà? Marc Marquez o Andrea Dovizioso? I 21 punti di vantaggio del pilota spagnolo in classifica generale saranno, come pare, un vantaggio impossibile da recuperare per il romagnolo o avverrà il miracolo? Oggettivamente, e anche il portacolori della Ducati lo sa, le chance di titolo iridato sono davvero basse. Per diversi motivi. Andiamoli ad analizzare più nel dettaglio.

In primo luogo la pista della Comunità Valenciana non è propriamente la preferita per Dovizioso (non essendo andato oltre un terzo posto nella stagione 2011) e per la sua moto, per cui puntare ad una vittoria sarà già di per sè complicato, anche se conquistare i 25 punti finali sarebbe una condizione necessaria per mantenere in vita le speranze di vincere il Mondiale.

In secondo luogo sappiamo che Marc Marquez e la Honda, invece, si sono sempre trovati bene sul tracciato intitolato a Ricardo Tormo. Due successi e due secondi posti negli ultimi cinque anni confermano l’assunto. Per Dovizioso, quindi, si annuncia una domenica davvero in salita.

In cosa può ancora sperare? Da questo momento in avanti entriamo nel campo degli scongiuri o della sfortuna. Confidare in una rottura della Honda dello spagnolo? Eventualità remota, dato che è già successo poche settimane fa a Silverstone. Pensare che possa succedere nuovamente è quantomai utopico.

Un errore in gara? Una scivolata, una uscita di pista, che faccia scendere in classifica il numero 93? Questo può sempre accadere, ci fa tornare in mente la scivolata di Valentino Rossi nel corso dei primi giri della gara del 2006 (che consegnò poi il titolo a Nicky Hayden) ed è, a rigor di logica, l’unica grande speranza di Dovizioso. Anche sotto questo aspetto, comunque, c’è poco da illudersi in casa Ducati. Nei suoi cinque anni in MotoGP, infatti, il campione del mondo in carica si è piazzato tre sole volte oltre la dodicesima posizione (quella che consentirebbe a Dovizioso di centrare il Mondiale, in caso di sua vittoria in gara). Ecco quando è capitato:

1) GP SAN MARINO 2014. Marquez, al primo anno nella classe regina era in lotta con Valentino Rossi per la prima posizione. La battaglia costringe lo spagnolo ad un errore con conseguente caduta. La sua rimonta si ferma in questo modo alla quindicesima posizione, una eventualità che sarebbe perfetta per Dovizioso nel GP di domenica.

2) GP ARAGON 2014. Ancora una caduta in questa occasione per colpa delle, sembra strano a dirlo, condizioni meteo. Lo spagnolo, infatti, aveva provato a rimanere in pista nonostante la pioggia fosse sopraggiunta copiosa sul Motorland e, infatti, per lui è arrivata una scivolata in curva 1. Tredicesimo posto finale e, anche questa volta, Dovizioso potrebbe festeggiare.

3) GP FRANCIA 2016. Gara combattuta per il catalano che finisce fuori pista dopo un intenso corpo a corpo con Andrea Iannone. Dopo la caduta il portacolori della Honda è stato in grado di tornare sul tracciato, ma andando oltre la tredicesima posizione.

Sulle 89 gare disputate in MotoGP, dunque, in tre sole occasioni Marc Marquez ha concluso oltre il dodicesimo posto. I ritiri sono stati 12, mentre conta anche una squalifica nel GP di Australia del 2013. Pochi, pochissimi nei, in una carriera al momento eccellente (clicca qui per l’analisi del pilota spagnolo). Andrea Dovizioso sa che avrà bisogno di un mezzo miracolo per arrivare al successo finale. Sognare non costa nulla ma, oggettivamente, le chance al momento sembrano limitate. Ma sembrava lo stesso nel 2006 con Valentino Rossi e Nicky Hayden…

 

 





 

 

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lorenzo Di Cola

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top