L’Italia del calcio è fuori dai Mondiali? Ci pensa il volley: azzurri a caccia della gloria, si gioca in casa nel 2018!

italia-volley-giappone-grand-champions.jpg

L’Italia non sarà ai Mondiali di calcio ma potrà consolarsi con le due Nazionali di pallavolo che parteciperanno alle rispettive rassegne iridate: è su di loro che, naturalmente, l’attenzione si catalizzerà maggiormente visto anche che questo sarà l’unico sport di squadra oltre al calcio che vivrà il suo evento più importante proprio il prossimo anno.

I Mondiali 2018 di volley maschile si svolgeranno tra Italia e Bulgaria, il nostro Paese ospiterà diversi gironi delle prime fasi e poi la Final Six con i match che assegneranno le medaglie a Torino: un evento davvero imperdibile, un’ulteriore vetrina per la pallavolo, un palcoscenico incredibile e l’occasione della ribalta dopo la tanta esposizione mediatica avuta tra le Olimpiadi di Rio 2016 e anche i deludenti Europei di questa estate. Dal 9 al 30 settembre ci sarà da divertirsi, le migliori 24 Nazionali si presenteranno ai blocchi di partenza e l’Italia vuole essere protagonista, vuol fare emozionare tutto il pubblico, punta a lottare per il podio e a rilanciarsi per scaldare il cuore di tutti gli appassionati dopo la cavalcata del Maracanazinho.

I Mondiali si disputeranno in sei città: al Foro Italico di Roma il match inaugurale poi anche Bari, Firenze, Bologna, Milano e appunto Torino. Organizzeremo il torneo insieme alla Bulgaria, quantomeno nelle prime due fasi, poi tutti nel capoluogo piemontesi per il momento più importante. Saranno tre settimane di spettacolo e di passione, da seguire giorno dopo giorno, tifando i ragazzi di Blengini e gustandosi le gesta dei migliori campioni internazionali: il Brasile Campione Olimpico, la solida Russia Campionessa d’Europa, la grintosa Serbia, la Francia desiderosa di riscatto, i soliti USA, la Polonia che vorrà difendere il titolo e tanti altri ancora. Giusto per rimanere in tema di mancate qualificazioni: soltanto nel 1952 e nel 1960 l’Italia non aveva staccato il pass, ma in entrambi i casi era stato per rinuncia tecnica e non per fallimento sul campo. C’era il serbo Ivan Trinajstic sulla panchina che decise di non fare attività internazionale (anche per difficoltà finanziarie) concentrandosi sull’incremento del numero dei tesserati e sulla revisione del campionato dove le partite erano giocate ancora sui quattro set (sì, agli albori era previsto il pareggio per 2-2).

L’Italia avrà comunque il suo Mondiale e non se lo vorrà perdere per nulla al mondo. E poi subito a seguire via con la rassegna iridata di volley femminile, ancora con la nostra Nazionale sicura protagonista ma questa volta i riflettori si sposteranno sul Giappone: è lì che le giocatrici più forti del Pianeta si daranno battaglia.

 

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO, TUTTE LE DATE E LA FORMULA DEI MONDIALI

CLICCA QUI PER I GIRONI E LE FASCE DEL SORTEGGIO

 





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top