Calcio, quanti soldi perderebbe l’Italia non qualificandosi ai Mondiali 2018? Danno economico senza precedenti

Tavecchio-Calcio-Libera-e1444784639375.jpg

Da settimane, tra media e vertici federali, sembra di assistere ad una gara a chi utilizza il termine più disfattistico per ipotizzare una mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali di calcio di Russia 2018. Tra “apocalittico”, “catastrofe”, “tragedia” e sinonimi vari il minimo comune denominatore è il medesimo.

Sembra evidente come l’aspetto economico sia quello a cui si faccia maggiormente riferimento. Certo, per una Nazionale gloriosa come quella tricolore, vincitrice di ben quattro Mondiali nella storia, l’onta di restare a casa costituirebbe una macchia indelebile per l’onore e la tradizione. Questo, forse, per i più romantici e nostalgici…Sono ben altri, al contrario, gli incubi che fanno capolino nelle notti dei dirigenti del ‘giocattolo calcio’, di natura ben più materiale.

Secondo quanto riporta il “Sole 24 Ore”, la semplice qualificazione ai Mondiali, con tanto di eliminazione al primo turno (sarebbe la terza consecutiva…), frutterebbe alla FIGC 12 milioni di dollari. L’incasso salirebbe addirittura a 50 milioni in caso di vittoria finale, ipotesi che francamente varca i confini dell’utopia.

Una rassegna iridata senza il Bel Paese, inoltre, ridurrebbe enormemente l’appeal del ‘brand Italia’, con evidenti e consistenti perdite sotto il profilo commerciale, dove le entrate attuali ammontano a ben 43 milioni di euro su un fatturato complessivo di 174 milioni. Lo sponsor tecnico della Nazionale è Puma, che paga 18,7 milioni di euro l’anno. Una volta scaduti i contratti in essere, sarà quantomeno arduo anche solo eguagliare le cifre vigenti nel corso di una negoziazione: senza i Mondiali, l’Italia varrà di sicuro molto, ma molto meno.

La torta diventerebbe molto più piccola anche per quanto riguarda gli introiti televisivi. La RAI sborsa 26 milioni annui alla FIGC per trasmettere tutte le partite degli azzurri. Un investimento che viene puntualmente ripagato dai Mondiali, dove lo share cresce ad ogni edizione (nel 2014 fu addirittura dell’81%, con una audience media di ben 17,7 milioni di telespettatori). E’ ovvio che, senza l’Italia, tali numeri siano destinati ad abbattersi forse anche di 2/3!

Insomma, una eventuale mancata qualificazione della compagine di Giampiero Ventura ai Mondiali sarebbe davvero una apocalisse…per il portafoglio!

federico.militello@oasport.it





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top