Calcio, Play-off Mondiali 2018: la Svezia ai raggi X. Diverse vecchie conoscenze della Serie A…

profilo-twitter-Svezia-calcio.jpg

Tutto in 72 ore: Svezia ed Italia in tre giorni si giocano un posto ai Mondiali di Russia 2018. Sarà una sfida senza appello, chi perde guarderà la rassegna iridata in tv: andata il 10 a Stoccolma, ritorno il 13 a Milano. Andiamo a conoscere meglio, reparto per reparto, i 25 convocati del CT Jan Andersson.

Portieri: Karl-Johan Johnsson (Guingamp), Kristoffer Nordfeldt (Swansea), Robin Olsen (Copenhagen).
Il titolare è Olsen, classe 1990, che in nazionale maggiore ha già collezionato 14 presenze. Rispettivamente 7 e 4 le presenze invece per Nordfeldt e Johnsson, che dovrebbero guardare il doppio confronto dalla panchina.

Difensori: Ludwig Augustinsson (Werder Brema), Andreas Granqvist (Krasnodar), Filip Helander (Bologna), Pontus Jansson (Leeds), Emil Krafth (Bologna), Joahn Larsson (Brondby), Mikael Lustig (Celtic), Victor Nilsson Lindelof (Manchester United), Martin Olsson (Swansea).
Come si può vedere, sono due i calciatori che attualmente giocano nel campionato italiano, ovvero i felsinei Helander e Krafth. Occhio però anche a Granqvist e Jansson, che per molti anni hanno militato in Serie A. Andersson punta molto su Lustig (62 presenze e 6 gol), convocandolo nonostante sia squalificato per la gara d’andata: a Stoccolma al suo posto giocherà proprio Krafth, che ha già collezionato 10 presenze in Nazionale. Sull’altra fascia in azione Augustinsson (12 presenze per lui), mentre al centro i titolari dovrebbero essere il veterano Granqvist (67 presenze e 6 reti) e Lindelof (16 presenze ed una rete). Detto di Lustig e dei calciatori che conoscono già la Serie A, attenzione alle possibili sorprese Larsson ed Olsson, con quest’ultimo che in 41 presenze con la maglia svedese, ha trovato per 5 volte la rete.

Centrocampisti: Viktor Claesson (Krasnodar), Jimmy Durmaz (Tolosa), Albin Ekdal (Amburgo), Emil Forsberg (Lipsia), Jakob Johansson (AEK), Sebastian Larsson (Hull City), Marcus Rohden (Crotone), Ken Sema (Ostersund), Gustav Svensson (Seattle Sounders).
La Svezia punta molto sugli esterni di centrocampo: fari puntati su Forsberg, letteralmente esploso con la maglia di club del Lipsia, che ha vestito la casacca del Paese scandinavo in 31 occasioni, marcando 6 gol. Claesson giocherà sul lato opposto: il calciatore del Krasnodar ha già collezionato 17 presenze e tre reti. In mezzo spazio, probabilmente a Johansson, capitano dell’AEK in occasione dell’ultima sfida europea contro il Milan, che ha collezionato 13 presenze, e Larsson, calciatore con più presenze in Nazionale tra quelli convocati (94, con 6 reti). In questo reparto gioca in Italia Rohden, al Crotone, che vanta 9 presenze ed una rete in Nazionale, mentre lo ha fatto per anni Ekdal, ora all’Amburgo (31 gettoni per lui). Anche Durmaz è una colonna della selezione svedese, con 43 presenze e tre reti, mentre sono da poco nel giro della nazionale maggiore Svensson (8 presenze) e, soprattutto, Sema (1 presenza), il quale però è l’unico tra i 25 che gioca in Patria, nell’Ostersund.

Attaccanti: Marcus Berg (Al Ain), John Guidetti (Celta Vigo), Isaac Kiese Thelin (Waasland-Beveren), Ola Toivonen (Tolosa).
La coppia da gol degli scandinavi sarà formata da Berg, che ora gioca nell’Al Ain, ma che ha vestito la maglia della Nazionale in 51 occasioni, segnando 18 reti (poco più di una rete ogni 3 gare giocate) e da Toivonen, titolare in Ligue 1 e che con la casacca della Svezia vanta 53 presenze e 12 reti). Thelin ora gioca in Belgio, ma ha calcato anche i campi della Champions League, e conta 15 gettoni e due gol in Nazionale, mentre il lungagnone John Guidetti, goleador con la maglia dell’Under 21, tra i grandi ha siglato un solo gol in 19 presenze.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Federcalcio Svezia

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CALCIO

roberto.santangelo@oasport.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top