Calcio femminile, Champions League 2017-2018: Fiorentina-Wolfsburg 0-4. Il muro viola dura un tempo, poi arriva il ciclone tedesco

pagina-facebook-Fiorentina-Womens-Football.jpg

Si spegne il sogno della Fiorentina. Nella cornice dell’Artemio Franchi, la squadra allenata dal duo Sauro Fattori-Antonio Cincotta è stata battuta per 4-0 dal Wolfsburg nella gara d’andata degli ottavi di finale della Champions League femminile 2017-2018. Le viola hanno giocato una partita di cuore e volontà, costrette a difendersi con le unghie contro lo strapotere delle tedesche, ma la resistenza è durata un solo tempo. All’inizio della ripresa, infatti, la Fiorentina è stata investita da un vero e proprio ciclone a cui non ha potuto opporsi, complice anche un pizzico di sfortuna in più di un gol. Un risultato amaro e fin troppo severo per quanto visto in campo, con le italiane che meritavano qualcosa in più per l’impegno profuso. Un 4-0 che purtroppo chiude già il discorso qualificazione.

La Fiorentina approccia la gara con un buon atteggiamento, provando a pressare alta. Ottime intenzioni, che però si scontrano subito con la potenza delle tedesche, che dopo pochi minuti prendono subito in mano l’incontro. È il Wolfsburg a tenere il possesso palla, imprimendo un ritmo alto alla gara. La prima occasione, però, è per la Fiorentina che si fa vedere in contropiede con Bonetti, il cui tiro dal limite finisce sopra la traversa. La risposta delle ospiti è immediata ed affidata ad una scatenata Hansen, su cui è brava Ohrstrom ad opporsi.

È l’inizio dell’assedio: il Wolfsburg si fa vedere costantemente in area di rigore andando vicino al vantaggio in più occasioni. Prima con Harder, che impatta un cross basso senza trovare la porta, poi con Hansen, che per ben due volte incrocia il destro con il pallone che si spegne a fil di secondo palo. La Fiorentina prova ed erigere il muro ma la pressione delle tedesche è costante. Nel finale di tempo ci pensa Ohrstrom, miracolosa su Pajor, Gunnarsdottir e Popp. Le statistiche dei primi 45 minuti parlano chiaro sul dominio delle ospiti: 12 tiri a 3 per il Wolfsburg, 6 calci d’angolo a 0, ma risultato in parità.

Il muro della Fiorentina crolla ad inizio ripresa, quando le tedesche mettono a segno un uno-due tremendo, complice un po’ di fortuna. Prima al 49′ Harder non colpisce bene un cross da destra ma trova Gunnarsdottir che insacca sul secondo palo; poi al 54′ un flipper in area premia proprio la danese che trova l’angolino alla sinistra di Ohrstrom. Due ganci dritti al mento e al morale della Fiorentina, che crolla. Al 60′ si apre una voragine sulla destra: cross di Pajor, Harder anticipa il portiere e serve Gunnarsdottir che firma la sua personale doppietta.

Partita ovviamente chiusa ma c’è tempo anche per il quarto gol, una beffa, anche per il modo in cui arriva. Popp colpisce di testa tutta sola al centro dell’area: il pallone finisce prima sul palo, poi sulla gamba di Ohrstrom finendo in gol. Sul resto della partita poco da dire; la Fiorentina ci prova ma non c’è nulla da fare. Finisce con uno 0-4 severissimo con cui il Wolfsburg ipoteca il passaggio ai quarti. L’impegno non è mancato alla Viola ma alla fine ha prevalso la maggiore forza delle tedesche.

 

Il tabellino

Fiorentina – Wolfsburg 0-4

Fiorentina (3-4-3): Ohrstrom; Bartoli, Linari, Tortelli (dall’80’ Daniel); Vigilucci, Adami, Carissimi, Guagni; Caccamo (dal 69′ Brazil), Mauro, Bonetti (dal 74′ Einarsdottir)

Wolfsburg (4-1-4-1): Schult; Maritz, Fischer, Goessling, Peter; Gunnarsdottir; Hansen (dal 78′ Bernauer), Popp, Harder (dal 74′ Baunach), Dickenmann; Pajor (dal 66′ Blasse)

Marcatori: 49′, 60′ Gunnarsdottir, 54′ Harder, 73′ Ohrstrom aut.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Fiorentina Women’s

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top