Biathlon, Sjusjoen: la tedesca Hermann si impone nella sprint, 10^ Vittozzi la migliore delle azzurre

Cattura-di-schermata-29.png

Foto: NRK


Si apre, sebbene in modo non ufficiale, la stagione olimpica del biathlon verso Pyeongchang 2018 con i test di Sjusjoen (Norvegia) che accolgono numerose tra le nazioni che saranno protagoniste nel prossimo fine settimana della prima tappa di Coppa del Mondo.

La tedesca Denise Hermann non ha fatto rimpiangere l’assenza della vincitrice della Coppa del Mondo, la connazionale Laura Dahlmeier, andando a conquistare la sprint di 7.5 km. L’ex fondista ha confermato lo stato di forma mostrato sugli skiroll durante l’estate, in particolare ai Campionati Estivi di Ruhpolding, ed ha mostrato di avere una marcia in più sugli sci, soprattutto nell’ultimo giro. Un solo errore al poligono nella seconda serie per Hermann che ha inflitto 8.7 secondi al traguardo alla bielorussa Nadezhda Skardino, seppur precisa con il 10/10 al tiro, precedendo la connazionale Iryna Kryuko,  terza a 22.6 secondi, tra le sorprese di giornata.

Chiudono appena fuori dal podio la francese Anais Bescond e la beniamina di casa Hilde Fenne, entrambe con un bersaglio mancato nella serie in piedi. A conferma dell’ottima giornata delle atlete bielorusse c’è il settimo posto dell’attesissima Darya Domracheva (0+1), ma anche l’Ucraina ha saputo mettere ben tre atlete nelle prime dieci posizioni con Yulia Zhuravok, Valj Semerenko e Olena Pidrushna rispettivamente sesta, ottava e nona.

Chiude nella top ten la migliore delle azzurre, la sappadina Lisa Vittozzi. La 22enne dei Carabinieri ha realizzato una gara perfetta al tiro con il 10/10 e ha tagliato il traguardo con 48.9 secondi dalla vincitrice, precedendo di poco l’altra italiana Dorothea Wierer, 12esima all’arrivo con un bersaglio mancato nella prima serie a terra e una discreta prova sugli sci. Wierer alla partenza ha dichiarato di non essere al top della forma perchè prima della partenza verso la Norvegia si è ammalata ed ha trascorso persino un giorno in ospedale. L’obiettivo per l’azzurra sarà arrivare al meglio per il via della stagione ad Oestersund (Sve).

In casa del Bel Paese precisa al tiro Alexia Runggaldier (0+0), che ha chiuso 38esima a un minuto e 57 secondi da Hermann, più attardata Federica Sanfilippo, 60esima con 2 bersagli mancati (1+1).

La classifica finale:

1 63 HERMANN Denise GER 0 1 1 20:52.1 0.0
2 44 SKARDINO Nadezhda BLR 0 0 0 21:00.8 +8.7
3 51 KRYUKO Iryna BLR 0 0 0 21:14.7 +22.6
4 94 BESCOND Anais FRA 0 1 1 21:15.6 +23.5
5 88 FENNE Hilde Voss Skiskytterlag 0 1 1 21:18.5 +26.4
6 5 ZHURAVOK Julia UKR 0 0 0 21:18.7 +26.6
7 96 DARYA Domracheva BLR 0 1 1 21:20.8 +28.7
8 78 SEMERENKO Valentina UKR 0 1 1 21:28.6 +36.5
9 98 PIDRUSHNA Olena UKR 1 0 1 21:32.3 +40.2
10 110 VITTOZZI Lisa ITA 0 0 0 21:41.0 +48.9

12 92 WIERER Dorothea ITA 1 0 1 21:46.8 +54.7
16 84 ECKHOFF Tiril Kampenhaug Fossum IF 1 2 3 21:56.0 +1:03.9
20 86 DORIN HABERT Marie FRA 0 0 0 22:12.0 +1:19.9
38 73 RUNGGALDIER Alexia ITA 0 0 0 22:49.1 +1:57.0
60 56 SANFILIPPO Federica ITA 1 1 2 23:51.8 +2:59.7

nicolo.persico@oasport.it

Foto: Nrk

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top