Basket femminile, Qualificazioni Europei 2019: l’Italia cerca conferme contro la Croazia

Italia-Basket-femminile-Credit-Ciamillo-2-e1510590339195.jpg

Seconda partita nel giro di quattro giorni per l’Italia, che riceverà a San Martino di Lupari (domani ore 20.30) la Croazia proseguendo il cammino nelle qualificazioni agli Europei del 2019. Il debutto di sabato contro la Macedonia è stato tutto sommato positivo, non solo per il punteggio ma anche per quanto visto sul parquet di Skopje. La nuova Nazionale di Marco Crespi è piaciuta: il gioco non è stato brillante né spettacolare ma era la prima uscita e contava solamente vincere.

Le notizie più liete della vittoria in Macedonia portano i nomi di Olbis Futo Andrè e Sabrina Cinili. La prima era al debutto assoluto con la maglia azzurra, schierata direttamente in quintetto da Crespi. Una scelta azzeccata perché la giovane 19enne ha dominato nel pitturato in maniera perentoria. Non è una novità Cinili ma anche lei a suo modo è stata sorprendente. Da semplice comprimaria la giocatrice di Napoli si è trasformata in protagonista, chiudendo come miglior realizzatrice ma segnando soprattutto punti pesanti. L’Italia si è scoperta quindi capace di poter fare a meno delle sue leader, Giorgia Sottana e Cecilia Zandalasini, aspetto non di poco conto per coach Crespi.

Un’Italia che può quindi guardare con fiducia al futuro, ovvero alla prossima partita contro la Croazia. Altra avversaria sulla carta inferiore alle azzurre ma non per questo facile da affrontare. Una squadra in fase di rilancio, dopo aver mancato la qualificazione agli ultimi Europei. Sono diverse le giovani presenti nel gruppo croato, alcune anche note al pubblico italiano, come Lea Miletic, che milita a Battipaglia, Nina Premasunac, che gioca a Broni, e Ivana Tikvic, protagonista a Torino. Altezza e fisicità le armi principali delle ragazze allenate da Anda Jelavic, che si presenta in Italia costretta a vincere, dopo la sconfitta all’esordio contro la Svezia. Attenzione anche al talento di Antonija Sandric, miglior realizzatrice nel primo incontro con 19 punti.

Le insidie sono dietro l’angolo e bisogna vincere per evitare pericoli di sorta. Non c’è margine di errore dal momento che passeranno solo le prime di ogni girone avranno garantita la qualificazione diretta (più le sei migliori seconde degli otto gironi).

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top