Basket, sesta giornata Serie A 2017-2018: Varese devastante, Trento asfaltata. Cantù espugna Pistoia

Okoye-Varese-Basket-Credit-Ciamillo-e1509832481524.jpg

Doppio anticipo per cominciare la sesta giornata della Serie A di basket 2017-2018. L’Openjobmetis Varese ha asfaltato una Dolomiti Energia Trentino andata in gita nella città lombarda, al termine di una partita che è stata in discussione solo sulla palla a due. Poco equilibrio anche nell’altro anticipo, con la Red October Cantù che ha ritrovato la vittoria espugnando il campo della The Flexx Pistoia.

 

Successo netto per Varese, che nel primo dei due anticipi ha letteralmente schiantato una spenta Trento. Anche per merito dei lombardi, aggressivi sin dalla palla a due, portandosi in pochi minuti già in doppia cifra grazie alle triple di Waller e Okoye (miglior marcatore con 18 punti) (17-7). L’Openjobmetis è arrivata ad un parziale di 19-0: la tripla di Silins non ha permesso agli ospiti di frenare l’emorragia, in visibile difficoltà contro la difesa degli uomini di Attilio Caja (31-12). Varese ha quindi toccato il +20 (34-14), prima di un parziale di 0-7 con cui Trento ha provato ad accennare una reazione, senza tuttavia proseguire.

Dopo il 49-29 dell’intervallo, sono bastati pochi secondi per capire che non ci sarebbe più stata partita. I padroni di casa hanno allargato ancora il divario, continuando a martellare in attacco e a tenere l’intensità alta in difesa. Trento ha quindi toccato il -30 (61-31), salvo riuscire a ritoccare lo scarto solo nel quarto ed ultimo periodo. Il finale è quindi un 93-66 che la dice lunga sulla pessima prestazione della squadra di Maurizio Buscaglia e soprattutto dell’ottima prova dell’Openjobmetis Varese.

Il tabellino

Openjobmetis Varese – Dolomiti Energia Trentino 93-66 (31-12, 18-17, 28-19, 16-18)

Varese: Avramovic 6, Pelle 12, Bergamaschi, Natali, Seck, Okoye 18, Tambone 5, Cain 5, Ferrero 8, Wells 15, Waller 14, Hollis 10

Trento: Franke 5, Sutton 7, Silins 7, Baldi Rossi 8, Forray 1, Flaccadori 13, Gutiérrez 14, Conti n.e., Gomes 2, Behanan 7, Lechthaler 2

 

Partita dall’andamento simile tra Pistoia e Cantù,  Sono stati gli ospiti a scattare meglio dai blocchi, guidati da un Andrea Crosariol (13 punti) molto attivo su entrambi i lati del campo. Pistoia ha faticato tanto in attacco, specie in termini percentuali (5/14 nei primi 10′) ed il solo Sanadze non è bastato, almeno in avvio (17-24). Nemmeno la tripla di Gaspardo è riuscita a frenare l’emorragia, perché Cantù è volata oltre la doppia cifra di vantaggio ancora grazie a Crosariol (27-40). È Culpepper, però, la vera forza motrice della Red October, trascinando i compagni fino al 32-48 con cui si va all’intervallo.

L’avvio di secondo tempo non poteva essere peggiore per Pistoia, che ha toccato anche il -20. Proprio quando sembrava finita, però, Mian e Kennedy (26 punti) sono riusciti a risvegliare i padroni di casa. Poi, sfruttando un momento di confusione del match, con tante palle perse da una parte e dall’altra, la Pistoia si è ritrovata sotto la doppia cifra, grazie ad una tripla di Sanadze in chiusura di terzo periodo (63-70). La squadra di Vincenzo Esposito è quindi arrivata anche sul -3 (74-77) con due bombe di Moore. Intanto, però, è proseguito lo show di Culpepper: è stato lui a dare lo strappo definitivo che ha portato Cantù alla vittorie per 82-93. Per un totale di 36 punti da parte dell’americano.

Il tabellino

The Flexx Pistoia – Red october Cantù 82-93 (17-24, 17-26, 29-20, 19-23)

Pistoia: Kennedy 26, Laquintana 8, Mian 8, Gaspardo 12, Onuoha, Bond 4, Magro 2, Gordon 6, Sanadze 10, Moore 6

Cantù: Smith 5, Culpepper 36, Cournooh 5, Parrillo 6, Tassone, Crosariol 13, Maspero, Raucci n.e., Chappell 8, Burns 14, Thomas 6

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top