Volley, Supercoppa Italiana 2017 – Perugia in finale col brivido. Atanasijevic trascina la Sir Safety, a Trento non basta Vettori: 3-1

superlega-atanasijevic-kasiyzki.jpg

La Sir Safety Perugia conquista la seconda finale di Supercoppa consecutiva battendo 3-1 al termine di un match a due volti Trento nella seconda semifinale della kermesse che apre la stagione. Per la prima ora di gioco c’è solo una squadra in campo, la Sir Safety che domina su tutti i fronti i primi due set e sembra poter disporre dei trentini anche nel terzo ma, sul 20-23, si sveglia Vettori e trascina Perugia ad un quarto set nel quale i Block Devils si dimostrano squadra di carattere riuscendo ad avere la meglio nonostante la resistenza della squadra di Lorenzetti.

Superiori in tutto, i perugini devono trarre indicazioni da questo match che avrebbero dovuto chiudere senza troppi problemi e che invece non sono stati capaci di affondare il coltello nella piaga di un Trento ancora a corto si condizione, con qualche meccanismo da oliare soprattutto in attacco con i bombardieri dell’Itas che sono troppo spesso andati a sbattere contro il muro avversario e sono stati discontinui soprattutto al servizio, mettendo qualche errore proprio quando non doveva esserci.

Squadre titolari e annunciate in campo ed è subito la formazione umbra a fare la voce grossa, sfruttando anche qualche imprecisione dei trentini: 6-2. La squadra di Lorenzo Bernardi trova il cambio palla senza troppi problemi, mentre Trento commette ancora qualche errore che permette alla Sir Safety di mantenere le distanze di sicurezza. Kovacevic prova a tenere a galla i trentini ma dall’altra parte Atanasijevic è implacabile e De Cecco non sbaglia niente per il 25-20 Perugia.

Nel secondo parziale parte ancora forte la squadra di Lorenzo Bernardi che fa leva sul muro per prendere un vantaggio considerevole: 10-6. Atanasijevic sale in cattedra con Podrascanin e nella seconda parte del set non c’è partita con Trento che scompare letteralmente dal campo: 25-17.

Sembra tutto facile per Perugia in avvio del terzo set con De Cecco che pigia forte sull’acceleratore in battuta e lancia i suoi sul 5-1. Trento dà qualche segale di vita e si riporta sotto sul 12-10 e sul 14-12, sfruttando anche qualche distrazione degli umbri che sembrano chiudere il discorso con un break di 4-0 (18-12) che mette in ginocchio Trento. L’Itas Diatec però non crolla, resta in partita, si riporta sotto con un paio di giocate di Eder (20-18). Atanasijevic sembra allontanare l’incubo della rimonta di Trento (23-20). Gli umbri però si fermano qui. Va al servizio Vettori e ribalta la situazione: due ace stratosferici, un errore di Perugia e il muro di Kovacevic su Atanasijevic riapre il match: 23-25.

Nel quarto set Perugia sbanda in avvio ma si riprende grazie alle battute di Russell (7-5). Trento ancora una volta va in difficoltà e lascia via libera agli avversari (20-15) senza però mai alzare bandiera bianca. Eder riporta sotto L’Itas Diatec (22-20 e 23-21) ma sbaglia il servizio e poi ci pensa Atanasijevic, e chi sennò, a chiudere i conti con il 25-22 che regala la finale bis a Perugia contro Civitanova domani pomeriggio.

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top