Rally Gran Bretagna 2017. Seconda giornata: il padrone di casa Elfyn Evans domina, Sebastien Ogier vede il titolo iridato sempre più vicino



La seconda giornata del Rally di Gran Bretagna che si corre sulle strade del Galles, conferma la leadership del padrone di casa Elfyn Evans, capace di aggiudicarsi cinque prove speciali, dominando la mattinata. Il portacolori della Ford Fiesta si presenta all’ultima giornata con ben 53,1 secondi di vantaggio su Sebastien Ogier (Ford) e 53.6 su Thierry Neuville.  Quarta posizione per Jari-Matti Latvala (Toyota) a 57,7 a precedere Andrea Mikkelsen (Hyundai) di 5″9. Sul fronte della lotta al titolo iridato, dunque, Ogier mantiene una posizione ottima che gli permetterebbe di chiudere i conti già in questo fine settimana, evitando i rischi annessi e connessi dell’ultima tappa, quella australiana.

LA GIORNATA – Il day-2 comincia allo stesso modo in cui si era concluso il primo giorno: Evans dominante. Nella PS8 “Aberhirnant 1” di 13.91 km Elfyn, infligge 2 secondi e mezzo a Neuville e quasi 5 a Mikkelsen. Giù dal podio, rispettivamente Tanak e Meeke. Quest’ultimo scavalca nella generale  Latvala, mentre nelle posizioni precedenti non cambia nulla.

Loading...
Loading...

Nella PS9 “Dyfnant 1” prova di 17.91 km, tappa molto umida e complicata, è sempre l’alfiere della Ford che non ne vuol sapere di gestire aumentando il gap sugli inseguitori. Dietro al pilota DMACK, troviamo Mikkelsen. Il norvegese della Hyundai viene però penalizzato di 10 secondi per aver saltato il suo turno di partenza, costretto a risolvere alcune problematiche sulla sua vettura. Podio di speciale dunque conquistato da Thierry Neuville che mette nel mirino la posizione di Ogier (3° nella generale) il quale piazzandosi in ottava posizione ha problemi di grip. Tanak e Meeke ripetono il risultato precedente e sono ancora quarto e quinto. Deludenti invece i riscontri delle Hyundai di Paddon e Sordo: il primo ha corso con una foratura mentre il secondo sembra soffrire il fondo gallese.

Si arriva alla PS10 “Gartheiniog 1” – 12.61 km ed ecco il tris di Evans che vince anche questa speciale. Tempi comunque molto ravvicinati fra i piloti di testa. Il duo Hyundai composto da Neuville-Mikkelsen stampa il secondo e terzo crono a un tiro di schioppo dalla vetta. Così facendo, il belga centra il suo obiettivo scavalcando nella generale Ogier. Il transalpino è autore di un passaggio poco brillante.

La prima parte di giornata si chiude con la PS11 “Dyfi 1” dall’importante chilometraggio di 25.86 km. Evans serve il poker allungando in classifica e rendendo questo rally una specie di monologo. Lo segue il pilota della Toyota Juho Hanninen mentre a completare il podio Neuville con la sua Hyundai i20. Proprio il terzo tempo gli regala la terza piazza nella generale, ai danni di Ott Tanak. L’estone M-Sport ha chiuso all’ottavo posto staccato di quasi 11 secondi da Evans perdendo un posto nell’overall. Quarto e quinto posto occupato da Andreas Mikkelsen e da un’altra Hyundai, quella di Hayden Paddon.

Continua il domino del padrone di casa anche nella speciale n.12. distanziando Neuville di +1.3. Terzo a +4.0 Mikkelsen sull’altra i20. A seguire Latavala e Paddon. Sesto crono per Ogier, che decide di non forzare troppo il passo con la Fiesta, complice anche il fondo davvero scivoloso ed infido. Nella generale quindi il pilota D-Mack incrementa il vantaggio sul belga della Hyundai e su Ott Tanak, che precede di appena 5.9 il 4 volte campione del mondo.

Nella P.S. 13 è invece Neuville a mettersi in evidenza spingendo con decisione e precedendo di 2.7 Evans non intenzionato a lasciare troppo spazio. Terzo a +5.3 un Ogier, che continua a gestire non volendo assolutamente incorrere in errori. Quarto Mikkelsen, quinto Ott Tanak completano la top5.

La speciale 14 da 1,80 km è una sorta di passerella.  Lo scratch vincente sorride ancora alla i20 di Neuville, che precede il compagno di squadra Sordo, Tanak, Latvala e Lappi. Ottavo e nono tempo per Ogier e Evans, che continua a mantenere la leadership quando mancano due impegnative prove.

Correndo in notturna con una nebbia non certo trascurabile, la p.s.15 vede primeggiare Latvla, facendo meglio di appena mezzo secondo di Paddon e di 11.5 di Mikkelsen. Ogier chiude quarto davanti a Lappi e Meeke. Evans preferisce non correre rischi in queste condizioni segnando “solo” il settimo tempo. Nella graduatoria assoluta il britannico mantiene il primato su Ogier, a +49.8 con la Fiesta gemella, scende terzo il belga Neuville che soffre molto queste speciali per problemi di visibilità. Nell’ultima tappa lo scratch vincente è ancora di Evans davanti a Neuville, Tanak, Lappi e Ogier a suggello della superiorità del pilota di casa.

CLASSIFICA OVERALL (TOP10)





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI RALLY

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Loading...

Lascia un commento

scroll to top