MotoGP, GP Giappone 2017 – Marc Marquez: “Non sarà facile questo weekend, gomme e meteo potrebbero fare la differenza”

Marquez-5-FotoCattagni.jpg

Marc Marquez inizia il suo fine settimana del GP del Giappone (clicca qui per programma e tv) a Motegi con la netta sensazione di essere il grande favorito sia per la gara di domenica che per la vittoria del titolo 2017. Il portacolori della Honda è conscio di questo status e non ha la minima intenzione di mollare la manopola del gas proprio ora, sul più bello, in occasione del trittico Giappone-Australia-Malesia che, molto probabilmente, deciderà il campionato di MotoGP. Anche durante la conferenza stampa che da il via al weekend nipponico lo spagnolo è apparso sicuro di sè e soddisfatto della sua moto, dando anche consigli a Joan Mir pronto a vincere il suo primo titolo in Moto3.

A Motegi hai ottimi ricordi, anche particolarmente recenti.. “Sicuramente l’ultima volta che abbiamo corso su questo tracciato (clicca qui per analisi Motegi) è stato incredibile – conferma il numero 93 – La gara fu fantastica e mi aggiudicai il titolo proprio davanti alla dirigenza della Honda. Quest’anno, invece, arriviamo dopo due belle prove a Misano ed Aragon, ma mai come in questo campionato non si può mai sapere in che condizioni saremo”.

Quali saranno le maggiori insidie?Si annuncia meteo instabile, per cui sarà un vero terno al lotto. Il circuito in sè mi piace, anche se in alcune edizioni ho faticato più di quanto mi aspettassi. Dodici mesi fa, invece, mi sentivo a mio agio e spero che anche quest’anno potrò partire con il piede giusto, sin dalla prima sessione di prove libere ed in ogni condizione possibile, anche a livello di gomme”.

Sarà un discorso con Andrea Dovizioso e Maverick Vinales, o potranno inserirsi anche Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo nella lotta? “Una delle caratteristiche di questo campionato è che al giovedì non si sa mai chi sarà il favorito o quali saranno i tuoi avversari più agguerriti. Anche soli cinque gradi di temperatura di differenza possono rimescolare le carte, come gli pneumatici. Sicuramente Dovizioso e Vinales saranno protagonisti, ma anche Valentino Rossi, Pedrosa e Lorenzo hanno un ottimo bilancio a Motegi, per cui tutto sarà apertissimo. Dal mio punto di vista non dovrò che lavorare al massimo e spingere a tutta”.

Arrivi a Motegi nel tuo miglior momento dell’anno? “Oggettivamente ho un ottimo feeling con la mia Honda e sono reduce da buoni risultati ma, come ho detto in precedenza, ogni gara, e mai come in questa stagione, ha una storia a parte. Bisogna avere sempre la stessa mentalità e lavorare duramente. Ci accingiamo a dare il via ad un filotto di tre corse una dietro l’altra (clicca qui per preview gare) per cui siamo nel momento decisivo di questo Mondiale”.

 

 

 

 

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top