Moto2, GP Malesia 2017. Risultato e classifica: Franco Morbidelli è l’uomo del destino! CAMPIONE DEL MONDO, l’Italia rompe l’incantesimo! Gara a Oliveira

Morbidelli-2-Valerio-Origo.jpg

Franco Morbidelli (EG 0,0 VDS) è campione del mondo di Moto2 per la stagione 2017. L’Italia torna a vincere un titolo nel Motomondiale dopo 8 anni e in questo caso è il primo in questa nuova categoria. Un successo ufficializzato ben prima del GP della Malesia di oggi. La notizia arriva, infatti, nella mattinata di Sepang. Il suo rivale diretto Thomas Luthi (CarXpert) dopo la brutta caduta nelle qualifiche di ieri non è in grado di scendere in pista, per cui Morbidelli prende il via della gara con il titolo in tasca e la mente libera.

Il GP della Malesia viene vinto in maniera davvero netta da Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo) davanti al suo compagno di scuderia Brad Binder ed a Franco Morbidelli. Quarto conclude Mattia Pasini, mentre quinto è Francesco “Pecco” Bagnaia. 

Alla partenza il miglior scatto è del portoghese Miguel Oliveira che precede Morbidelli e Francesco Bagnaia (Sky Racing VR46), mentre fioccano le cadute. Finiscono nella ghiaia lo spagnolo Alex Marquez (EG 0,0 VDS) che rientra in gara e farà la stessa fine un giro dopo, il nostro Luca Marini (Forward), l’indonesiano Dimas Pratam (Federal Gresini), lo spagnolo Edgar Pons (Pons HP), il malese Khairul Pawi (Indemitsu Honda), l’australiano Remy Gardner (Tech3), il giapponese Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda) e il tedesco Sandro Cortese (Dynavolt).

Davanti Oliveira inizia a spingere e in pochi giri allunga su Morbidelli con 1,8 secondi di vantaggio. Alle spalle del neo-campione del mondo troviamo Bagnaia, il sudafricano Brad Binder (Red Bull KTM Ajo), il francese Fabio Quartararo (Pons HP) e Mattia Pasini (Italtrans) in decisa risalita.

Con il passare del tempo prosegue il forcing di Oliveira a suon di giri record. Il portoghese al settimo giro porta a 2,6 secondi il margine sul terzetto comprendente Morbidelli, Bagnaia e Binder, con Quartararo che inizia a perdere terreno, mentre Pasini è a circa un secondo. Più indietro Stefano Manzi (Sky Racing VR46) è ottavo, Andrea Locatelli (Italtrans) è dodicesimo davanti a Simone Corsi (Speed Up).

La progressione di Oliveira sembra non avere ostacoli. A metà gara fa segnare un impressionante 2:06.962, nuovo record sul giro, portando il suo margine sugli inseguitori a quasi 4 secondi. Dietro Morbidelli, però, ora troviamo Binder che ha superato Bagnaia. Quartararo prova a rimanere a distanza visiva, mentre Pasini sembra non poter più rientrare nella lotta. Nella zona punti si segnalano le cadute di Manzi in curva 9 e di Lorenzo Baldassarri (Forward) pochi minuti dopo in curva 6. I grandi protagonisti di questa fase del GP, tuttavia, sono i pesanti nuvoloni neri che iniziano ad avvicinarsi al tracciato. Lo spauracchio dei temporali malesi inizia a fare capolino.

Il leader della gara fa storia a sè, mentre Binder inizia a farsi minaccioso su Morbidelli, tanto che al tredicesimo giro si mette letteralmente negli scarichi del pilota romano pronto per sferrare l’attacco. Bagnaia fatica a tenere il passo e si stacca metro dopo metro, tanto che Quartararo inizia a rimontare sul torinese.

A quattro giri dalla conclusione arriva il sorpasso di Binder su Morbidelli per la seconda posizione, mentre i commissari di percorso iniziano a sventolare le bandiere che segnalano le prime gocce di pioggia. I tempi si alzano, ma la gara non viene sospesa, e subisce scossoni solo ai piedi del podio con un impressionante Pasini che recupera 4 secondi in poche curve a Bagnaia e Quartararo e li salta senza alcun problema. Davanti Oliveira gestisce il margine, con Binder e Morbidelli che fanno lo stesso e centrano il podio.

ORDINE DI ARRIVO GP MALESIA MOTO2 2017:

POSIZIONE # PILOTA DISTACCO
1
44
M. OLIVEIRA
40:28.955
2
41
B. BINDER
+2.387
3
21
F. MORBIDELLI
+6.878
4
54
M. PASINI
+21.774
5
42
F. BAGNAIA
+22.086
6
55
H. SYAHRIN
+23.410
7
40
F. QUARTARARO
+23.488
8
97
X. VIERGE
+24.976
9
32
I. VIÑALES
+25.044
10
45
T. NAGASHIMA
+27.199

 

 

 

 

 

 

 

 

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top