F1, GP Messico 2017 – Max Verstappen: “Non cambio idea su quanto successo ad Austin, mi hanno tolto un podio meritato”

Verstappen-2017-Austria-01-e1499356611358.jpg

Scatta il fine settimana del GP del Messico (clicca qui per programma e tv) e uno dei sicuri protagonisti sarà senza dubbio il caldissimo Max Verstappen. L’olandese, reduce dalla penalità per il sorpasso ai danni di Kimi Raikkonen nel corso dell’ultimo giro del GP di Austin parte non facendo retromarcia rispetto alle pepate dichiarazioni rilasciate nel post gara texano. “Il mio pensiero è molto simile rispetto a quanto detto domenica – esordisce deciso il pilota della Red Bull nel corso della conferenza stampa piloti che ha dato il via ufficiale al weekend messicano – Ho disputato una gran gara, mi sono divertito parecchio, perchè la mia vettura aveva un passo eccellente, ed è stato così per la terza volta in fila. Siamo molto competitivi e spero di continuare in questa direzione”.

Non pensi che l’atmosfera si fosse surriscaldata troppo per colpa delle tue frasi? Dovete anche capire il momento. La corsa era appena conclusa e mi avevano sottratto un podio che, a mio parere, meritavo. Lo dico perchè non penso di aver tratto vantaggio dalla mia manovra. Tutti uscivano in diversi punti del tracciato e in tante curve. Io sono stato l’unico ad essere penalizzato e credo non sia stata una decisione corretta, dato che non ho preso un vantaggio illecito”.

Raccontaci, quindi, com’è andata secondo te.. “Ho visto che potevo passare Kimi Raikkonen e c’ho provato. Ho scelto la linea interna, lui ha chiuso la porta, per cui ho provato a sfruttare l’ampiezza della pista, anche per evitare un contatto. Il sorpasso era andato a buon fine e ai tifosi era piaciuto”.

Hai detto che la penalizzazione è arrivata dallo stesso commissario di gara che ti inflisse una penalità anche dodici mesi fa. A chi ti riferisci? “Preferisco non fare nomi…”.

In Olanda sono arrivate le prime critiche della tua carriera. Cosa ne pensi? “Oggettivamente potevo usare altri termini, ma credo sia normale, ero arrabbiato per una decisione ingiusta, cercate di capire il mio punto di vista. Ormai non posso tornare indietro e cancellare quanto successo, ma posso assicurarvi che non volevo offendere nessuno. Di sicuro, però, non cambio idea. Ho mandato giù la delusione e ora sono concentrato sulla gara di domenica”.

Hai da poco rinnovato fino al 2020 con la Red Bull, ma avevi ricevuto offerte anche da Mercedes o Ferrari? “Non parlo di queste cose – taglia corto – Posso dirvi, comunque, che è stato facile èrolungare con il mio team. Sono nella squadra ideale con un ottimo clima all’interno. In pista abbiamo messo in atto miglioramenti notevoli e sono sicuro che dal via della prossima stagione saremo subito competitivi”.

Ti piacerebbe se rinnovasse anche Daniel Ricciardo? “Certo, con lui ho un ottimo rapporto…”.

 

 

 

 

 





 

 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SULLA FORMULA UNO

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top