Basket, Eurolega 2017-2018: Milano ospita il Fenerbahce di Melli e Datome. Altro esame di fuoco per la nuova Olimpia

basket-andrea-cinciarini-olimpia-milano-valerio-origo.jpg

Dopo l’ottimo esordio, anche se sconfitta, in quel di Mosca contro il CSKA, l’Olimpia Milano attende il Fenerbahce per la seconda giornata della stagione regolare dell’Eurolega 2017-2018. Una prima casalinga, dunque, di grande impatto per la squadra di Simone Pianigiani, chiamata al secondo test importante in coppa e che vuole assolutamente fornire una grande prestazione davanti ad un Forum che si prospetta essere tutto esaurito.

Un inizio di stagione positivo quello dell’Olimpia, dopo la vittoria in Supercoppa e i successi nelle prime tre giornate di campionato. Sicuramente l’asticella delle difficoltà in Eurolega sale vertiginosamente e quello di domani sera sarà un esame molto importante per valutare le ambizioni europee di una squadra che deve assolutamente riscattare l’ultimo posto della scorsa stagione e che è stata costruita per provare a puntare ad un posto nei playoff

Il Fenerbahce ha iniziato la sua Eurolega con una sorprendente sconfitta contro gli spagnoli dell’Unicaja Malaga. I turchi hanno perso giocatori importanti come Bogdan Bogdanovic ed Ekpe Udoh, ma hanno inserito nel proprio roster elementi del calibro di Brad Wanamaker e soprattutto una conoscenza della pallacanestro italiana. Infatti sarà una partita sempre speciale per Nicolò Melli, che ritorna nella Milano dove è diventato un giocatore internazionale e nella quale ha vinto il suo primo Scudetto. Non sarà l’unico azzurro del Fenerbahce, perchè in Turchia da due stagioni c’è già Gigi Datome, diventato sempre di più un idolo dei tifosi turchi e giocatore importantissimo nello scacchiere di coach Obradovic

Sono dodici i precedenti tra le due squadre, con i turchi in vantaggio per 7-5. Il Fenerbahce ha vinto tutte le sei sfide giocate e l’ultima vittoria milanese risale alla stagione 2013/2014, quando l’Olimpia riuscì a vincere ad Istanbul, replicando il successo della partita d’andata.

Prima della partita ha parlato proprio Andrew Goudelock, uno degli ex della serata: “E’ il tipo di partita che tutti i giocatori vogliono giocare. Spero di uscirne con una vittoria. Per vincere dovremo muovere la palla, alzare la velocità per segnare qualche canestro facile in transizione. E poi tenere alta la pressione difensiva. Loro hanno un sistema in cui i lunghi vengono usati quasi come point guard e sono consistenti. La cosa più importante è metterli sotto pressione e forzarli fuori dai loro giochi”

CLICCA QUI PER CONOSCERE L’ORARIO DELLA PARTITA E COME SEGUIRLA IN TV





 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top