Basket, Europei 2017: le statistiche della prima fase. Francia miglior attacco, Spagna miglior difesa. Pau Gasol entra nella storia. Lauri Markkanen spaventa l’Italia

La prima fase degli Europei 2017 è stata archiviata. Le classifiche dei quattro raggruppamenti hanno stabilito le sedici squadre che si giocheranno il titolo con la formula dell’eliminazione diretta, partendo dagli ottavi fino alla finalissima, in programma domenica 17 settembre. Il primo ostacolo sulla strada degli azzurri ad Istanbul si chiama Finlandia. Andiamo ad analizzare le statistiche della prima parte di EuroBasket 2017.

Il miglior attacco appartiene alla Francia, che ha realizzato ben 450 punti, uno in più della Spagna, quattro in più della Slovenia e sei in più alla Lituania. Ai transalpini appartiene, dunque, anche la miglior media realizzativa con 90 punti tondi a partita. Cifre che fanno spavento se confrontate con quelle dell’Italia, terzultima in entrambe le classifiche con 346 punti totali ed una media di 69.2. La Francia è prima anche per percentuali al tiro (51.3% dal campo, 0.1 meglio rispetto alla Grecia) ma non eccelle nelle singole graduatorie: è la Lituania, infatti, ad aver tirato meglio da due punti con il 59.3%, mentre la Spagna ha la miglior percentuale da tre punti, 44.7%.

Numeri che però vanno rapportati anche al numero di possessi giocati e quindi ai tiri tentati: gli spagnoli, infatti, hanno provato solo 103 triple nelle prime cinque partite ed hanno la miglior media realizzativa, mentre l’Italia, ad esempio, è terza con il 40.6%, arrivato con ben 143 tentativi da tre punti. A proposito degli azzurri, un dato spaventa in vista dell’ottavo di finale con la Finlandia: i finlandesi sono i migliori tiratori ai liberi del torneo fin qui, con l’83.5%, mentre l’Italia è ultima con il 62%.

La miglior difesa, invece, appartiene di gran lunga alla Spagna, con 303 punti subiti in cinque partite (60.6 di media), nettamente davanti all’Italia, seconda con 322 punti subiti (64.4).

Passando alle statistiche individuali, il miglior realizzatore della prima fase è stato Goran Dragic, autore di 122 punti totali, ovvero una media impressionante di 24.4 punti in 28.5 minuti. Secondo è Dennis Schroder con 23.6 punti a partita, terzo Aleksei Shved con 23.0 e quarto Lauri Markkanen, prossimo avversario degli azzurri, con 22.6. Quinto è Kristaps Porzingis con 22.4 mentre il primo azzurro in classifica è Marco Belinelli, tredicesimo con una media di 17 punti esatti a partita in 31.6 minuti (85 punti totali). 

Il miglior tiratore del torneo fin qui è il britannico Gabe Olaseni, con il 70% totale (35/50), davanti all’ucraino Artem Pustovyi (67.3%) e al lituano Jonas Valanciunas (62.8%). Pustovyi è però il migliore per percentuale da due punti (72.9%), davanti a Olaseni e soprattutto Bogdan Bogdanovic, terzo con il 62.9% (22/35), valore diverso dal momento che il serbo è un esterno ed ha un range di tiro più ampio.

Interessante il discorso che riguarda il tiro da tre punti: il migliore per percentuali è il finlandese Mikko Koivisto (75%), che però ha tentato solo 8 tiri, segnandone 6 (in tre partite). Tra i giocatori che hanno tentato un numero cospicuo di triple, invece, troviamo il croato Bojan Bogdanovic (55.6% con 15/27) ed il belga Sam Van Rossom (54.5% con 12/22). I giocatori italiani si piazzano comunque bene: Marco Belinelli tira con il 48.6% (18/37), seguito da Ariel Filloy con il 40% (12/25) e Gigi Datome con il 46.9% (15/32).

Tra i più costanti al tiro ci sono Lauri Markkanen – ancora lui – con il 57.4% da due e il 50% da tre, il croato Bojan Bogdanovic, 57.1% da due e 55.6 da tre, e il turco Melih Mahmatoglu, 64.7% da due e 54.8% da tre. I migliori rimbalzisti sono Jonas Valanciunas con 11.4 (4.8 offensivi) rimbalzi a partita e Gabe Olaseni con 11.2, mentre i migliori assist-man sono il lituano Mantas Kalnietis e il finlandese Petteri Koponen con 7.2.

Infine, l’unico che ha fatto segnare una tripla doppia nella prima fase è stato il romeno Andrei Mandache, che nell’ultimo incontro con il Montenegro ha realizzato 14 punti con 10 rimbalzi e 11 assist. Pau Gasol, invece, è diventato il miglior realizzatore della storia di EuroBasket con 1111 punti, superando il francese Tony Parker.

 




 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter FIBA

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto3, GP Misano 2017 – Prove Libere 1: Aron Canet comanda una sessione solo parzialmente asciutta. Fenati e Mir lo braccano a pochi decimi

Nuoto, Gabriele Detti: “A Tokyo 2020 da protagonista! I tempi non contano, voglio le medaglie. Il flirt con la Pellegrini…”