Seguici su

Judo

Judo, Mondiali 2017: Odette Giuffrida sfida Majlinda Kelmendi tra le 52 kg, Fabio Basile contro An Ba-Ul nei 66 kg

Pubblicato

il

La seconda giornata dei Campionati del Mondo di judo 2017, organizzati per la prima volta a Budapest, vedrà all’opera i judoka delle categorie 52 kg femminile e 66 kg maschile. Scopriamo teste di serie, favoriti e outsider dei combattimenti di domani.

66 KG UOMINI

LE TESTE DI SERIE

1 FLICKER Tal (ISR) 1. seed (1. place wrl)
2 AN Baul (KOR) 2. seed (2. place wrl)
3 ABE Hifumi (JPN) 3. seed (4. place wrl)
4 SHMAILOV Baruch (ISR) 4. seed (6. place wrl)
5 SHIKHALIZADA Nijat (AZE) 5. seed (7. place wrl)
6 CHIBANA Charles (BRA) 6. seed (9. place wrl)
7 MARGVELASHVILI Vazha (GEO) 7. seed (11. place wrl)
8 OLEINIC Sergiu (POR) 8. seed (12. place wrl)

I FAVORITI

Campione mondiale in carica e medagliato d’argento olimpico, il sudcoreano An Ba-Ul continua ad essere considerato da molti come il favorito numero uno per un secondo titolo iridato. Tra i pretendenti al titolo c’è sicuramente il giovane giapponese Hifumi Abe, erede designato del tre volte campione mondiale Masashi Ebinuma in questa categoria. Nonostante non sia tra le teste di serie, va sicuramente tenuto in forte considerazione l’ucraino Georgii Zantaraia, che quest’anno sembra aver ritrovato la forma migliore, come dimostrato dalla medaglia d’oro vinta ai Campionati Europei di Varsavia.

GLI OUTSIDER

Testa di serie numero uno, l’israeliano Tal Flicker non può essere considerato come uno dei favoriti, ma è sicuramente un elemento da tenere in considerazione che potrà inserirsi nella lotta per le medaglie. Campione europeo lo scorso anno, il georgiano Vazha Margvelashvili è stato meno convincente nella stagione in corso, ma è comunque in grado di dare filo da torcere a qualsiasi avversario. L’esperienza è dalla parte del ventottenne azerbaigiano Nijat Shikhalizada, che fu bronzo mondiale addirittura nel 2005.

L’AZZURRO

Fabio Basile, campione olimpico in carica, dovrà partire da lontano per ripetere l’impresa, visto che non sarà testa di serie – ma non lo era neppure a Rio – e che non ha combattuto in nessun torneo quest’anno. Esentato dal primo turno preliminare, l’azzurro combatterà il match d’esordio contro il palestinese Simon Yacoub. Già ai sedicesimi, però, potrebbe ritrovare proprio il sudcoreano An Ba-Ul, nella rivincita della finale olimpica di Rio de Janeiro. In caso di vittoria, Basile potrebbe ereditare un buon tabellone per entrare in zona medaglie, con un possibile quarto di finale contro il georgiano Margvelashvili.

52 KG DONNE

LE TESTE DI SERIE

1 KELMENDI Majlinda (KOS) 1. seed (1. place wrl)
2 MIRANDA Erika (BRA) 2. seed (2. place wrl)
3 COHEN Gili (ISR) 3. seed (3. place wrl)
4 FLORIAN Alexandra-larisa (ROU) 4. seed (4. place wrl)
5 SHISHIME Ai (JPN) 5. seed (5. place wrl)
6 KRASNIQI Distria (KOS) 6. seed (6. place wrl)
7 GUICA Ecaterina (CAN) 7. seed (7. place wrl)
8 BUCHARD Amandine (FRA) 8. seed (8. place wrl)

LE FAVORITE

Campionessa olimpica in carica, la kosovara Majlinda Kelmendi è la dominatrice della categoria, ed è considerata a ragione come la grande favorita per questo titolo mondiale. Iridata nel 2013 e nel 2014, aveva dovuto rinunciare all’edizione 2015 dei Mondiali a causa di un infortunio, lasciando il titolo alla giapponese Misato Nakamura, assente a Budapest. Difficile dire chi possa fermare la fuoriclasse Kelmendi, sicuramente ci proverà la nipponica Ai Shishime, numero cinque del seeding, senza dimenticare la russa Natalia Kuziutina, che non sarà testa di serie ma che ha conquistato il bronzo olimpico a Rio 2016.

LE OUTSIDER

La brasiliana Erika Miranda è salita sul podio nelle ultime tre edizioni dei Mondiali, e vorrà ripetersi anche in Ungheria. Con lei ci sarà anche la connazionale Sarah Menezes, campionessa olimpica delle 48 kg a Londra 2012, che da quest’anno ha deciso di salire di categoria, dimostrando una grande capacità di adattamento e vincendo subito medaglie internazionali. Un’altra atleta proveniente dalla divisione di peso inferiore è la francese Amandine Buchard, medagliata mondiale nel 2014 tra le 48 kg ed ora pronta a ripetersi dopo essersi messa alle spalle i problemi di peso.

L’AZZURRA

Odette Giuffrida è la medagliata d’argento olimpica dello scorso anno, ma quest’anno ha dovuto fare i conti con alcuni problemi fisici che l’hanno limitata nella prima parte della stagione. Esentata dal primo turno, la romana partirà contro la vincitrice del match tra la panamense Kristine Jiménez e la peruviana Brillith Gamarra Carbajal. Agli ottavi di finale potrebbe però arrivare la rivincita della finale olimpica contro la fuoriclasse kosovara Kelmendi.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online