Atletica, Mondiali 2017 – L’Italia con Palmisano e Giorgi! Azzurre da medaglia nella marcia, per scardinare la muraglia cinese e salvare l’Italia dallo zero

antonella-palmisano.jpg

O tutto o niente. Con questo atteggiamento Antonella Palmisano ed Eleonora Giorgi dovranno andare in strada domani per la 20km di marcia che assegna le medaglie ai Mondiali 2017 di atletica leggera. Sono loro a dover salvare l’Italia che è ancora a secco nel medagliere e che ha raccolto 3 miseri punti grazie al sesto posto di Daniele Meucci nella Maratona. In pista uno 0 totale che non può essere cancellato ma le nostre due eroine del tacco e punta proveranno a fare la differenza e a regalarci una gioia in coda a una delle peggiori rassegne iridate della storia.

Le carte migliori sembrano essere in mano ad Antonella Palmisano, 26enne di Mottola che è in crescita già da diverse stagioni: quinta ai Mondiali 2015, quarta alle Olimpiadi di Rio 2016, quest’anno ha vinto in Coppa Europa e si è spinta a sei secondi dal suo primato personale Ana Cabecinha(1h27:51). Insomma ci sono tutti i presupposti per fare davvero bene e l’azzurra ha il passo giusto per provare a fare la differenza, sembra essere in grande forma fisica e ha l’atteggiamento giusto per dire la sua in una gara che si preannuncia particolarmente dura e intensa. Le temperature fortunatamente non incideranno più di tanto, il percorso è estremamente tradizionale ma la corazzata cinese sembra davvero inscalfibile.




Serve un’impresa per mettere alle corde le lanciatissime asiatiche, volti nuovi rispetto a quelli delle ultime stagioni ma che si preannunciano altrettanto forti. Basta guardare i personali di Xiuzhi Lyu (1h25:12), Na Wang (1h26:29, stagionale) e Jiayu Yang (1h26:35, stagionale) per capire contro chi dovrà cimentarsi la nostra Antonella, come sempre in strada con il fiore tra i capelli che le confeziona la mamma prima di ogni competizione. Le altre big da tenere d’occhio sono la russa Klavdiia Afanaseva (21enne con un personale di 1h26:47), la fortissima messicana Maria Guadalupe Gonzalez (seconda agli ultimi Giochi Olimpici) e la portoghese Ana Cabecinha che però è già stata battuta dalla Palmisano in Coppa Europa questa primavera.

L’Italia si affida anche ad Eleonora Giorgi che quest’anno non ha ancora gareggiato. La brianzola si presenta all’appuntamento a fari spenti ma tutti sanno che può piazzare la stoccata decisiva, forte di un personale di 1h26:17 e di un talento cristallino. Il rischio, però, è quello della squalifica: l’azzurra non piace molti ai giudici che la penalizzano con relativa frequenza. Servirà una condotta di gara limpidissima per rimanere in lizza per le medaglie.

Le due azzurre dovrebbero allearsi e cercare di spezzare la resistenza delle cinesi. Non sarà facile gareggiare con addosso tante responsabilità: da loro dipende il medagliere dell’Italia in questi Mondiali, lo sanno e sicuramente non marceranno con la massima serenità. Il nostro terzetto è completato dalla giovane Valentina Trapletti che vuole migliorare il suo personale (1h30:58 ottenuto proprio quest’anno).

 

(foto Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo)

One thought on “Atletica, Mondiali 2017 – L’Italia con Palmisano e Giorgi! Azzurre da medaglia nella marcia, per scardinare la muraglia cinese e salvare l’Italia dallo zero”

  1. Gabriele Dente scrive:

    Valentina Trapletti credo che sia dell’85… Comunque tutti stiamo desiderando questa benedetta medaglia ma, come dici tu, Stefano, servirà proprio un’impresa. Secondo me dovrà quantomeno migliorare il personale.

Lascia un commento

Top