Tennis, Wimbledon 2017: Gilles Muller, il tennista “antico” entrato nella leggenda

tennis-gilles-muller-wimbledon.jpg

Il torneo di Wimbledon è sicuramente lo Slam che ha consegnato alla storia del tennis i protagonisti più incredibili. Gilles Muller ha raccolto tutta la magia dei Championships e l’ha portata sul campo 1, centrando la vittoria più bella della carriera e superando Rafa Nadal per 15-13 al quinto set. Un match leggendario, sicuramente il più bello dell’anno, che ha vissuto un concentrato di emozioni davvero sensazionale.

Il lussemburghese è partito benissimo, portandosi avanti per 2-0. Probabilmente contro qualsiasi altro avversario il numero 23 del mondo avrebbe chiuso in tre set, ma dall’altra parte della rete c’era un certo Rafa Nadal. Il maiorchino non ha ovviamente mai mollato, riuscendo a rimontare l’avversario, portando la sfida al quinto set. Da quel momento è cominciata una partita nella partita, con Muller che ha ripescato energie nascoste e con Nadal che non è più riuscito ad essere incisivo in risposta e a togliere il servizio al lussemburghese. Si è arrivati fino a quel fatidico 28esimo game e a quei due match point guadagnati dal mancino di Schifflange. Il dritto di Nadal è lungo e Gilles Muller entra nella storia.

Una vittoria che ha il sapore dell’antico, perchè Muller non è certamente il tennista moderno che resta a fondo campo e vince il punto basandosi sulla forza e sulla corsa, ma piuttosto un giocatore che ama il gioco spettacolare con quel serve&volley che ormai non va più di moda. Gilles fa parte sicuramente della categoria dei bombardieri, vista la pericolosità del suo servizio, ma con quella mano mancina ha una sensibilità che in pochissimi possiedono nel circuito e che lo differenziano certamente da altri grandi servitori come Querrey o Karlovic.

Sicuramente questo è il risultato più importante di una carriera che all’inizio sembrava essere ricca di successi. Infatti da giovane il lussemburghese ha vinto a livello juniores gli US Open e ha fatto finale a Wimbledon. Nel momento del salto di categoria, Muller però non ha rispettato le attese e il suo rendimento è sempre stato altalenante. Un gravissimo infortunio nel 2013 lo ha costretto quasi al ritiro, ma da quel ko Gilles è rinato, cambiando il suo modo di giocare, diventando sempre più aggressivo e spettacolare. Sono arrivate importanti vittorie: ora un quarto di finale con Cilic e una semifinale che non sembra impossibile da raggiungere.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter Wimbledon

 

Tag

Lascia un commento

Top