Football americano, Italian Bowl 2017: il titolo va ai Seamen. Gran prova di Zahradka: i Rhinos perdono in finale la prima partita della stagione

oa-logo-correlati.png

Lo avevamo detto. I Seamen volevano scombinare i piani dei Rhinos, alla ricerca della stagione perfetta. L’unica sconfitta della stagione dei rinoceronti infatti, è arrivata sul più bello, in finale. Il derby della Madonnina dunque, la XXXVII edizione dell’Italian Bowl, va ai Seamen Milano, che si aggiudicano la Prima Divisione 2017. I campioni d’Italia in carica cedono quindi il titolo proprio ai loro più acerrimi rivali. Una vittoria dei marinai però, più che una sconfitta dei rinoceronti: i giallo-fluo infatti, hanno dominato sin dall’avvio ed hanno conquistato un trionfo più che meritato grazie ad una grande prova dell’MVP Luke Zahradka.

Pronti, via e subito i Seamen sono in vantaggio: la difesa infatti, mette grande pressione all’attacco dei Rhinos, che nella prima azione sono già costretti a calciare un punt. Lo snap però è un disastro: la palla finisce oltre la end zone ed i marinai realizzano dunque una safety (2-0). Giocare il primo attacco in vantaggio è una situazione ideale per Zahradka, che inizia il suo show. Il suo primo lancio infatti, trova Reece Horn dopo 43 yards per il primo touchdown della partita (9-0). La partita è già sbilanciata, ma mai sottovalutare i Rhinos: Nick Ricciardulli trova la corsa che riapre i giochi prima della fine del primo quarto (9-7).

Le difese provano a prendere continuità ma sono gli attacchi a farla da padrone: Zahradka trova ancora una volta Horn, che riceve tra due difensori e sigla il secondo TD della sua partita (7-16). I Seamen sono scatenati e nell’azione successiva spaccano la partita, arrivando nuovamente in end zone, stavolta con la corsa di Danilo Bonaparte (7-23). Come detto però, mai sottovalutare i Rhinos, che non a caso sono arrivati all’Italian Bowl imbattuti. In un minuto e mezzo infatti, i rinoceronti risalgono il campo: Ricciardulli suona la carica, poi TJ Prior lancia per Gabriele Arioli per il touchdown del 14-23.

La difesa dei Rhinos entra in campo molto più aggressiva nella ripresa. Prior, in attacco, prova per ben due volte ad arrivare in end zone ma entrambe le volte vede la palla deviata proprio all’ultimo. I Seamen quindi, si mettono già in gestione: un drive lunghissimo, ricco di penalità da una parte e dall’altra, si conclude con un altro touchdown. Stavolta è lo stesso Zahradka ad entrare con la palla in end zone (14-30). Per i Rhinos è il momento di dare tutto: Prior risolve un’azione complicata con una big run da 20 yards, prima che Ricciardulli realizzi il secondo TD della sua partita, in apertura di quarto periodo, con una corsa da 32 yards (21-30).

Serve una reazione immediata ai marinai ed arriva con il lungo lancio con cui Zahradka trova Andrea Fiammenghi. È lo stesso quarterback poi, a chiudere l’azione con il TD (21-37). Sembra fatta. Tutto ciò che non devono concedere i Seamen è una big play. Detto, fatto: Prior lancia lungo per Elmi che arriva fino alle 30. Due minuti dopo Arioli riceve tutto solo il TD che riapre la partita. Prior infatti, opta per la trasformazione da due punti trovando con un bel lancio in salto Pierfrancesco Busto (29-37). Mancano cinque minuti e c’è tutto il tempo per rimontare. I Seamen però sono magistrali nella gestione del pallone, senza perderlo fino alla fine della partita. È Horn infatti, a togliere le castagne dal fuoco ad un minuto dalla fine, risolvendo con una corsa il terzo e 7. È la giocata decisiva: i Seamen Milano sono campioni d’Italia per il 2017.

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

scroll to top