F1, GP Austria 2017 – Pagelle: Bottas, la partenza è sovrannaturale! +6 d’oro per Vettel, Hamilton limita i danni

Bottas-5-Mercedes-FotoCattagni.jpg

Le pagelle del GP d’Austria 2017, nona prova del Mondiale di Formula Uno.

Bottas: 10. La sua reazione allo start è sovrannaturale. Infatti, desta sospetti (fasulli) a destra e a manca… La partenza sensazionale (reazione di 0.201 secondi!) paga e come: fuga immediata e trionfo. Di nuovo meritato e sudato, perché nessuno gli regala mai niente in gara al buon Valtteri. Nella lotta per la pole position di ieri, invece…

Vettel: 9. Evidentemente traumatizzato dalla partenza monstre di Valtteri, cerca “giustizia” anche via radio. In realtà, deve inchinarsi al GP sontuoso del finlandese della Mercedes ed accontentarsi del +6 iridato concretizzatosi al Red Bull Ring. Secondo posto d’oro, non di platino. Con un giro in più forse poteva giocarsi la vittoria.

Ricciardo: 8. Quinto podio consecutivo. Dopo la vittoria di Baku, un terzo posto che ha rischiato di diventare qualcosa in meno a fine gara (qualcosa in più, invece, a trequarti). Mente, braccia e piedi “d’acciaio” negli ultimi giri. Gran bel sorpasso ai danni di Kimi.

Hamilton: 7. Tigre scatenata. In partenza è una furia, sfrutta a più non posso le supersoft (croce e delizia). La corsa si presentava in salita, lapalissiano allo Spielberg, lui fa il massimo possibile considerando gomme, temperature, freni e avversari.

Grosjean: 7. Difende con le unghie e con i denti la sesta piazza di ieri. Corsa gagliarda, veloce, solido e combattivo. Bravo Romain, passa tranquillamente dal bar: caffè pagato da un certo Valtteri…

Williams: 7 (Massa-Stroll). Dopo un sabato disastroso con Stroll e Massa relegati alla penultima fila della griglia di partenza, due piloti su due nella top-10. Complimenti vivissimi ai meccanici che di bianco, oltre alle “uniformi”, avranno avuto anche la nottata… Buon – meritato – riposo, ragazzi!

Force India (Perez-Ocon): 6. Senza infamia e senza lode. Non volendo pensare che Sergio, in sede di doppiaggi, sia stato decisivo per la vittoria finale altrui…

Raikkonen: 6-. Bravo a tenersi dietro un tipo destabilizzante e asfissiante come Lewis Hamilton, tuttavia non è eccelso nelle prime battute di gara. Subisce l’undercut del britannico, ma non è colpa sua. Gambero sotto la bandiera a scacchi rispetto alla griglia di partenza.

Alonso: 5,5. Sfighe (passateci il termine) senza fine…

Verstappen: 5,5. Non incanta in Qualifica, spera nella pioggia domenicale, ma Kvyat non gli dà la possibilità di vedere la bandiera a scacchi. Incavolato nero al Red Bull “Ring”: sarà suonato anche il gong dietro le quinte…?

Sainz: 4. S’inchioda allo spegnimento dei semafori rossi e quasi inguaia mezzo plotone… Il ritiro per noie meccaniche pone fine ad una domenica decisamente “no”…

Renault: 4 (Palmer-Hulkenberg). I “gialli” sono entrati in un brutto tunnel. Meglio per loro se ne escono in fretta…

Kvyat: 3. Innesca la carambola maledetta per Max e Nando in partenza. Avrà evitato di incrociarli nel paddock dopo la gara? Avrebbe rischiato grosso…

Sauber: 2 (Wehrlein-Ericsson). Weekend totalmente da dimenticare.

giuseppe.urbano@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top