F1, GP Austria 2017 – Pagelle: Bottas, la partenza è sovrannaturale! +6 d’oro per Vettel, Hamilton limita i danni

Bottas-5-Mercedes-FotoCattagni.jpg

Le pagelle del GP d’Austria 2017, nona prova del Mondiale di Formula Uno.

Bottas: 10. La sua reazione allo start è sovrannaturale. Infatti, desta sospetti (fasulli) a destra e a manca… La partenza sensazionale (reazione di 0.201 secondi!) paga e come: fuga immediata e trionfo. Di nuovo meritato e sudato, perché nessuno gli regala mai niente in gara al buon Valtteri. Nella lotta per la pole position di ieri, invece…

Vettel: 9. Evidentemente traumatizzato dalla partenza monstre di Valtteri, cerca “giustizia” anche via radio. In realtà, deve inchinarsi al GP sontuoso del finlandese della Mercedes ed accontentarsi del +6 iridato concretizzatosi al Red Bull Ring. Secondo posto d’oro, non di platino. Con un giro in più forse poteva giocarsi la vittoria.

Ricciardo: 8. Quinto podio consecutivo. Dopo la vittoria di Baku, un terzo posto che ha rischiato di diventare qualcosa in meno a fine gara (qualcosa in più, invece, a trequarti). Mente, braccia e piedi “d’acciaio” negli ultimi giri. Gran bel sorpasso ai danni di Kimi.

Hamilton: 7. Tigre scatenata. In partenza è una furia, sfrutta a più non posso le supersoft (croce e delizia). La corsa si presentava in salita, lapalissiano allo Spielberg, lui fa il massimo possibile considerando gomme, temperature, freni e avversari.

Grosjean: 7. Difende con le unghie e con i denti la sesta piazza di ieri. Corsa gagliarda, veloce, solido e combattivo. Bravo Romain, passa tranquillamente dal bar: caffè pagato da un certo Valtteri…

Williams: 7 (Massa-Stroll). Dopo un sabato disastroso con Stroll e Massa relegati alla penultima fila della griglia di partenza, due piloti su due nella top-10. Complimenti vivissimi ai meccanici che di bianco, oltre alle “uniformi”, avranno avuto anche la nottata… Buon – meritato – riposo, ragazzi!

Force India (Perez-Ocon): 6. Senza infamia e senza lode. Non volendo pensare che Sergio, in sede di doppiaggi, sia stato decisivo per la vittoria finale altrui…

Raikkonen: 6-. Bravo a tenersi dietro un tipo destabilizzante e asfissiante come Lewis Hamilton, tuttavia non è eccelso nelle prime battute di gara. Subisce l’undercut del britannico, ma non è colpa sua. Gambero sotto la bandiera a scacchi rispetto alla griglia di partenza.

Alonso: 5,5. Sfighe (passateci il termine) senza fine…

Verstappen: 5,5. Non incanta in Qualifica, spera nella pioggia domenicale, ma Kvyat non gli dà la possibilità di vedere la bandiera a scacchi. Incavolato nero al Red Bull “Ring”: sarà suonato anche il gong dietro le quinte…?

Sainz: 4. S’inchioda allo spegnimento dei semafori rossi e quasi inguaia mezzo plotone… Il ritiro per noie meccaniche pone fine ad una domenica decisamente “no”…

Renault: 4 (Palmer-Hulkenberg). I “gialli” sono entrati in un brutto tunnel. Meglio per loro se ne escono in fretta…

Kvyat: 3. Innesca la carambola maledetta per Max e Nando in partenza. Avrà evitato di incrociarli nel paddock dopo la gara? Avrebbe rischiato grosso…

Sauber: 2 (Wehrlein-Ericsson). Weekend totalmente da dimenticare.

giuseppe.urbano@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top