Ciclismo su pista, Europei U23 e Juniores 2017: l’Italia parte col botto, arrivano 7 medaglie da Anadia

L’Italia del ciclismo su pista continua a convincere e lo fa a partire dal settore giovanile. Un movimento in crescita, come conferma l’ottimo avvio agli Europei U23 e Juniores di Anadia (Portogallo). Infatti gli azzurri hanno conquistato ben 7 medaglie nelle prime due giornate di gare, andiamo a scoprire i risultati nel dettaglio.

Partiamo dalla prima giornata, con Francesca Pattaro che conquista il bronzo nell’inseguimento U23, battendo nella finale per il terzo posto la tedesca Gudrun Stock. Un altro bronzo è arrivato da Michele Gazzoli nello scratch juniores, preceduto dal polacco Filip Prokopyszyn e dal ceco Daniel Babor. Infine è arrivata una splendida medaglia d’oro per Martina Fidanza nello scratch juniores, davanti alla ceca Petra Sevcikova e alla britannica Jenny Holl.

La seconda giornata di gare è iniziata con l’oro conquistato dal quartetto femminile nell’inseguimento juniores. Chiara Consonni, Letizia Paternoster, Martina Fidanza e Vittoria Guazzini hanno sconfitto in finale l’Olanda, conquistando così il gradino più alto del podio. Ci ha pensato poi la campionessa del mondo Rachele Barbieri a conquistare l’oro nello scratch U23, battendo allo sprint la britannica Eleanor Dickinson e la danese Amelie Dideriksen. Altri due ori arrivano dall’Eliminazione, con i trionfi di Letizia Paternoster nel femminile, davanti alla portoghese Mary Martins e alla britannica Georgi Pfeiffer e di Michele Gazzoli in ambito maschile, davanti all’irlandese Jb Murphy e allo spagnolo Unai Ibar.

Dopo le prime due giornate il bottino di medaglie è di cinque ori e due bronzi, che permettono all’Italia di conquistare la vetta del medagliere provvisorio.

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federciclismo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Equitazione, Salto Ostacoli. Europei Goteborg 2017: ecco la long list dei convocati del team Italia. De Luca e Zorzi a caccia di medaglie

Tuffi, Mondiali Budapest 2017: c’è anche Pamela Ware per la medaglia da 3 metri