Atletica, Europei U23 2017 – Yema Crippa Campione! Trionfo dell’Italia, argento per Falocchi nell’alto. Folorunso in Finale

Yemaneberhan-Crippa-2.jpg

Grande giornata per l’Italia agli Europei U23 2017 di atletica leggera in corso di svolgimento a Bydgoszcz (Polonia). Dopo le due medaglie conquistate ieri, la nostra Nazionale rimpingua ulteriormente il proprio bottino con altri due allori.

Yema Crippa è il nuovo Campione d’Europa dei 5000m. Un’impresa storica per il 20enne di origini etiopi, adottato da bambino da una famiglia milanese che si è poi stabilita in Trentino. Oggi l’azzurrino è stato bravissimo a imporsi con una volata in rimonta (14:14.28, risalendo dalla quinta posizione a inizio rettilineo), battendo il belga Simon Debognies (14:14.71) e lo spagnolo Carlos Mayo (14:15.07). Specialista delle corse campestri (più volte medagliato continentale nelle categorie giovanili), il “braccio destro di Dio” (questo il significato del suo nome) ha così ottenuto il miglior risultato della sua giovane carriera dopo che qualche mese fa aveva firmato il record italiano dei 5000m indoor. Non ha invece terminato la prova Said Ettaqy.

L’Italia fa festa anche grazie a Christian Falocchi che conquista la medaglia d’argento nel salto in alto (2.24m al secondo tentativo), realizzando la stessa misura del bielorusso Dzmitry Nabokau bravo però a centrare l’obiettivo alla prima prova. Il 20enne di Bergamo firma così il suo personale e conquista il primo podio internazionale lasciandosi alle spalle l’ucraino Viktor Lonskyy (2.24).

 

Daniele Corsa ha invece concluso al quinto posto la finale dei 400m (46.51), quinta piazza per Isabel Mattuzzi sui 3000m siepi (9:57.68, personale). Sesta posizione invece per Simone Poccia (110m ostacoli in 13.92), Lodovico Cortellazzo (21.05 sui 200m) ed Elena Bellò (2:05.96 sugli 800m). Sara Fantini è invece 11esima nel lancio del martello (63.38).

Ayomide Folorunso si è qualificata alla Finale dei 400m ostacoli con il miglior tempo (56.35) mentre sono escluse Rebecca Sartori (58.11) e Valentina Cavalleri (57.68). Claudia Bertoletti (14.87) e Daisy Osakue (14.64) concludono la finale del peso al 12esimo e 13esimo posto. Out nella semifinale dei 200m le azzurre Johanelis Herrera (23.66, personale), Annalisa Spadotto Scott (23.91) e Alessia Niotta (23.90). Lotteranno per le medaglie anche Simone Cerro (15.89) e Simone Forte (15.79) nel triplo. Sono stati assegnati tanti titoli e medaglie, di seguito il quadro completo.

 

200 METRI (maschile) – Vittoria dello slovacco Jan Volko con il record dei campionati (20.33) davanti al francese Gautier Dautremer (20.66) e al tedesco Roger Gurski (20.70).

200 METRI (femminile) – Successo della britannica Finette Agyapong (22.87) che batte la svizzera Sarah Atcho (22.90) e l’ucraina Yana Kachur (23.20).

400 METRI (maschile) – Festa grande per lo sloveno Luka Janezic (45.33) che ha la meglio sul favorito norvegese Karsten Warholm (45.75), terzo il danese Benjamin Lobo Vedel (46.08).

400 METRI (femminile) – La lettone Gunta Latiseva-Cudare sale sul gradino più alto del podio (52.00) precedendo la tedesca Laura Mueller (52.42) e l’olandese Laura De Witte (52.51).

110 METRI OSTACOLI – Il francese Ludovic Payen è il nuovo Campione d’Europa (13.49), secondo il britannico Khai Riley-Laborde (13.65), terzo l’altro transalpino Dylan Caty (13.66).

100 METRI OSTACOLI – L’olandese Nadine Visser (12.92) alza le braccia al cielo sconfiggendo la bielorussa Elvira Herman (12.95) e l’ungherese Luca Kozak (13.06).

800 METRI (femminile) – La belga Renée Eykens si impone in 2:04.73 davanti all’islandese Anita Hinriksdottir (2:05.02) e alla britannica Hannah Segrave (2:05.53)

1500 METRI (maschile) – Il podio: il tedesco Marius Probst (3:49.06), il ceco Filip Sasinek (3:49.23), il polacco Michal Rozmys (3:49.30).

3000 METRI SIEPI (femminile) – La danese Anna Emilie Moller (9:43.05) primeggia sull’ucraina Nataliya Strebkova (9:44.52) e sulla francese Emma Oudiou (9:50.30).

GETTO DEL PESO (maschile) – La svedese Fanny Roos (18.14), la polacca Klaudia Kardasz (17.67) e la tedesca Alina Kenzel (17.46) conquistano le medaglie in palio.

LANCIO DEL MARTELLO (femminile) – Trionfo dell’ucraina Alyona Shamotina (67.46), argento alla francese Camille Sainte Luce (66.98), bronzo alla norvegese Beatrice Nedberge Llano (66.74).

TIRO DEL GIAVELLOTTO (femminile) – Dominio dell’ungherese Norbert Rivasz-Toth (83.08) che ha la meglio sul greco Ioannis Kiriazis (81.04) e sul moldavo Andrian Mardare (78.76).

SALTO CON L’ASTA (femminile) – Trionfo della svizzera Angelica Moser (4.55), seconda l’ucraina Maryna Kylypko (4.45), terza la britannica Lucy Bryan (4.40).

 

(foto FIDAL/Colombo)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top