Ginnastica, l’Italia domina al Flanders: tre ori, rientra Meneghini, giovani al top e corsa per i Mondiali

Italia-Flanders-Invitational-ginnastica.jpg

Il primo semestre dell’anno sta ormai volgendo al termine ma la preparazione per i Mondiali 2017 di ginnastica artistica, in programma a Montreal (Canada) dal 2 all’8 ottobre, è già partita. Siamo in estate e mancano ancora quattro mesi alla rassegna iridata, nelle prossime settimane inizieranno anche dei collegiali che porteranno poi alle gare di settembre quando verrà definito il quartetto che rappresenterà l’Italia nell’appuntamento più importante della stagione.

Dopo un piccolo periodo di pausa che ha fatto seguito agli Europei, la nostra Nazionale è tornata in pedana nel weekend per un appuntamento internazionale. I Flanders International, competizione a squadre di seconda fascia, ha messo alla prova le nostre ragazze che sono tornate a casa con 3 ori a squadre (juniores, seniores e mixed group) e con una prestazione nel complesso soddisfacente.

Le under 16 sembrano decisamente sul pezzo soprattutto con Asia D’Amato, temibile classe 2003 che ha giganteggiato al volteggio, e con Elisa Iorio ma la rivelazione del fine settimana è stata Sydney Saturnino che ha vinto il concorso generale individuale con grande personalità.

Lo sguardo va soprattutto alle seniores visto il prosieguo della stagione. Il grande nome in pedana era quello di Elisa Meneghini che tornava a vestire l’azzurro dopo le Olimpiadi di Rio 2016: la comasca non è ancora al top della forma ma continua a proseguire il proprio percorso per ritornare alla carica e lottare per un body ai Mondiali.

Positiva anche la prestazione di Giada Grisetti che rientrava dagli Europei e che è stata la migliore nel giro completo: sicuramente è in corsa per l’appuntamento clou della stagione proprio come Desiree Carofiglio che ha eseguito un bel corpo libero. In pedana anche Francesca Noemi Linari e Caterina Cereghetti.

 

(foto Federginnastica)

 

Lascia un commento

scroll to top