F1, Canada 2017: Ferrari all’assalto del feudo di Lewis Hamilton. La costanza di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen un’arma per la gara

Vettel-6-Ferrari-FotoCattagni.jpg

1’11″459, nuovo record della pista, sesta pole in Canada e 65esima in carriera (primato di Ayrton Senna eguagliato). Tanti numeri, tanti sorrisi per Lewis Hamilton al termine delle qualifiche del GP di Montreal, settimo round del Mondiale 2017 di F1. Una prestazione pazzesca, gestendo in maniera eccezionale il Q3 e facendo sua la partenza dalla piazzola n.1. Sarà dunque una gara dominata dal britannico?

Assolutamente no, la Ferrari c’è e lo ha dimostrato ancora una volta. Il secondo posto di Sebastian Vettel è la dimostrazione che la SF70H è una macchina veloce su qualunque tipologia di circuito anche nel “Feudo di Lewis”. La costanza di rendimento esibita nel corso del weekend fa decisamente ben sperare. Se è vero, infatti, che il 3 volte campione del mondo ha strabiliato con quel tempo nel time attack lo è altrettanto il tedesco inanellando una sequenza di giri molto veloci nelle simulazioni per la gara. Sia Sebastian che Kimi Raikkonen (4° in qualifica) hanno messo in mostra un passo invidiabile senza apparenti difficoltà nel mantenere uno standard elevato nel corso di tutte le tornate.

Al contrario, Hamilton e Valtteri Bottas (3° in griglia) hanno sempre alternato ottimi tempi a rallentamenti, dettati dalla difficoltà della W08 di trovare la giusta finestra di utilizzo delle Pirelli, il vero punto debole della monoposto di Stoccarda. E’ evidente che tutti questi ragionamenti saranno molto dipendenti dallo scatto al via. Se il n.44 dovesse partire bene e non avere particolari intoppi, è evidente che godrebbe di una posizione di vantaggio ma essendoci 70 giri da affrontare tutto può accadere: degrado delle gomme inatteso ed intervento della Safety Car per incidente.

Potrebbero essere queste le variabili di cui il box Ferrari dovrà tener conto per puntare anche qui al bersaglio grosso e mandare un chiaro segnale alla concorrenza. Le chance ci sono, spetterà ai due piloti esprimere il grande potenziale della macchina sull’asfalto nordamericano.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top