Basket, Finale Playoff Serie A 2017: MarQuez Haynes bombarda Trento dall’arco. Venezia pareggia la serie sull’1-1

Umana-Reyer-Venezia-Basket-Twitter-Reyer-Venezia-1.jpg

La Reyer Venezia reagisce e vince gara 2 contro Trento per 79-64. La vittoria porta principalmente il nome di MarQuez Haynes, protagonista indiscusso del terzo quarto, quando con quattro triple a bersaglio ha letteralmente spaccato in due la partita e messo in fuga la sua squadra. La serie si trova quindi in parità sull’1-1. Brutta sconfitta per la Dolomiti Energia Trentino: la squadra di Buscaglia ha praticamente mollato nella ripresa. Trento chiude comunque la trasferta a Venezia con un bilancio positivo, avendo vinto gara 1, ma ora dovrà difendere il proprio campo nei prossimi due episodi. Sarà importante per i trentini valutare le condizioni di Dominique Sutton, che ha abbandonato gara 2 prima dell’intervallo.

La parola d’ordine in casa Venezia è energia: attaccare il canestro sin da subito e mettere pressione a Trento. De Raffaele sceglie Tonut, uno dei pochi a salvarsi in gara 1. L’azzurro non lo delude siglando cinque punti in avvio, che favoriscono la prima fuga di Venezia (14-6). La brutta notizia però arriva da Haynes, che dopo una tripla segnata ben presto commette il secondo fallo, condito da un tecnico che lo costringe alla panchina forzata. La Reyer non si scompone e con la zona mette in difficoltà Trento, che fatica a trovare il canestro. Il primo quarto si chiude sul 26-19 con ben 6 rimbalzi offensivi per la squadra di casa. Nel secondo quarto cambia qualcosa: l’energia di Venezia si trasforma ben presto in nervosismo. I giocatori di De Raffaele protestano per qualche fischio contestato e perdono lucidità in attacco. Trento non è in finale per caso e ne approfitta subito: Flaccadori guida la reazione con due triple consecutive, firmando il parziale di 10-0 che riporta la sua squadra in parità (32-32). L’italiano alza il ritmo dell’incontro, favorendo i compagni: Forray trova la tripla del sorpasso. Mcgee riesce a fermare l’emorragia: Venezia si riorganizza ed un primo tempo molto teso, vista l’importanza della posta in palio, termina in parità, 41-41.

Il secondo tempo si apre con una brutta notizia per Trento: Dominique Sutton ha subito uno stiramento al bicipite femorale e non farà ritorno in campo. È un brutto colpo per gli ospiti, sia dal punto di vista numerico, perché la rotazione si accorcia ancora di più, sia dal punto di vista del morale. La Dolomiti è infatti spaesata e trova i primi punti dalla lunetta dopo più di tre minuti. Per un Sutton in meno per Trento, c’è un Haynes in più per Venezia. L’americano, tornato in campo dopo il primo quarto, infiamma i compagni ed i tifosi piazzando ben quattro triple, che mettono la Reyer in fuga (61-50). Nemmeno la zona riesce a fermare Venezia, che oramai ha fatto il pieno di fiducia. Al contrario, il morale di Trento cala vistosamente. I giocatori di Buscaglia non lottano più con la stessa intensità di prima, senza uno dei loro leader e costretti a stare maggiormente attenti per i falli. Filloy apre il quarto periodo con una tripla (68-52). Shields prova a reagire ma altre due triple, una ancora di Haynes e l’altra di Bramos, mettono la parola fine alla partita con molto anticipo. Trento alza bandiera bianca: Venezia vince 79-64 e pareggia la serie.

 

UMANA REYER VENEZIA – DOLOMITI ENERGIA TRENTO 79-64 (26-18, 15-22, 22-15, 14-12)

Umana Reyer Venezia: Haynes 20, Ejim 9, Peric 12, Stone, Bramos 7, Tonut 5, Visconti, Filloy 6, Ress, Batista 9, Viggiano 4, McGee 7

Dolomiti Energia Trentino: Sutton 4, Craft 17, Forray 6, Flaccadori 8, Lovisotto, Gomes 7, Hogue 8, Lechthaler 2, Shields 12

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter Reyer Venezia

Lascia un commento

Top