24 Ore Le Mans 2017: programma, orari e come seguirla in tv

593d67cf43cb8.jpg

Dopo il weekend del GP di Monaco e della 500 Miglia di Indianapolis, siamo ai nastri di partenza di un’altra gara monumento della storia del motorsport: la 24 Ore di Le Mans. Sabato 17 e domenica 18 giugno, infatti, si correrà la celebre corsa automobilistica di durata (la più importante del Mondiale FIA Endurance) che prende scena ogni anno (la prima edizione fu nel 1924) sul circuito “De la Sarthe”. Andiamo, dunque, a conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla edizione 2017 della 24 Ore più famosa del mondo.

IL CIRCUITOIl tracciato “De la Sarthe”è situato nelle vicinanze della città di Le Mans e misura 13,629 chilometri. Per un breve tratto ripercorre esattamente il circuito che viene utilizzato tutt’ora dalla MotoGP. Fondato nel 1923, permette ai piloti di mantenere velocità medie elevate (oltre 220kmh) e sfrutta diverse strade statali raccordate da chicane che spezzano il ritmo.  Nel corso degli anni diverse sezioni hanno sostituito le strade normali, come le Curve Porsche al posto della pericolosa parte della Maison Blanche in cui il circuito sfiorava degli edifici.

PROGRAMMA – Il lungo fine settimana di Le Mans inizierà mercoledì con le prove libere che scatteranno alle ore 16.00 e avranno la durata di 4 ore. Successivamente dalle 22.00 ci sarà il primo turno di qualifiche (due ore), che sarà replicato giovedì dalle ore 19.00 fino alle 21.00, e dalle 22.00 fino alle 24.00. Venerdì giornata di riposo prima di fare sul serio. Sabato mattina alle ore 9.00, infatti, prenderà il via il Warm-up di 45 minuti, prima del via ufficiale della gara, che scatterà nel pomeriggio, alle ore 15.00 e si conclulderà, ovviamente, nella giornata di domenica, dopo 24 ore.

LISTA DEI PARTECIPANTI – Ecco l’elenco degli equipaggi che prenderanno il via alla 24 Ore di Le Mans 2017. Clicca qui

IN TV – Come consuetudine la corsa sarà trasmessa da Eurosport (canali 210 e 211 di Sky e 384-385 di Mediaset Premium). Tutto il fine settimana francese sarà in diretta su Eurosport, mentre la gara sarà suddivisa su Eurosport 1 ed Eurosport 2

LE ULTIME EDIZIONI – Andiamo a vedere quali equipaggi si sono aggiudicati la 24 Ore dal 2007 ad oggi, con la configurazione del circuito attuale.

 

2007 Germania Frank Biela
Italia Emanuele Pirro
Germania Marco Werner
Germania Audi Sport North America VETTURA Audi R10 TDI 1 369 GIRI DISTANZA 5036,85 km VELOCITà MEDIA 209,152 km/h
2008 Italia Rinaldo Capello
Danimarca Tom Kristensen
Regno Unito Allan McNish
Germania Audi Sport North America Audi R10 TDI 2 381 5 192,65 km 216,360 km/h
2009 Australia David Brabham
Spagna Marc Gené
Austria Alexander Wurz
Francia Peugeot Sport Total Peugeot 908 HDi FAP 9 382 5 206,28 km 216,664 km/h
2010 Germania Mike Rockenfeller
Germania Timo Bernhard
Francia Romain Dumas
Germania Audi Sport North America Audi R15 TDI 9 397 5 410,71 km 225,446 km/h
2011 Svizzera Marcel Fässler
Germania André Lotterer
Francia Benoît Tréluyer
Germania Audi Sport Team Joest Audi R18 TDI 2 355 4 838,3 km 200,907 km/h
2012 Svizzera Marcel Fässler
Germania André Lotterer
Francia Benoît Tréluyer
Germania Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro 1 378 5 151,76 km 214,656 km/h
2013 Danimarca Tom Kristensen
Francia Loïc Duval
Regno Unito Allan McNish
Germania Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro 2 348 4 742,89 km 197,620 km/h
2014 Svizzera Marcel Fässler
Francia Benoît Tréluyer
Germania André Lotterer
Germania Audi Sport Team Joest Audi R18 e-tron quattro 2 379 5 165,39 km 215,224 km/h
2015 Germania Nico Hulkenberg
Nuova Zelanda Earl Bamber
Regno Unito Nick Tandy
Germania Porsche Team Porsche 919 Hybrid 19 395 5 383,455 km 224,039 km/h
2016 Francia Romain Dumas
Germania Marc Lieb
Svizzera Neel Jani
Germania Porsche Team Porsche 919 Hybrid 2 384 5 233,536 km

CURIOSITA’La prima edizione si svolse tra il 26 ed il 27 maggio del 1923, ma da quel momento si è deciso di correre sempre nel mese di giugno (tranne nel 1956 a luglio e nel 1968 a settembre). In 94 anni di storia non si sono disputate solamente le edizioni del 1936 per motivi economici e quelle tra il 1940-1948 per il secondo conflitto bellico mondiale.

Gareggiano vetture di vario tipo, suddivise in quattro diverse classi, dai prototipi progettati appositamente per questa corsa, fino alle auto di serie; la vittoria complessiva va all’auto che ha coperto la maggior distanza alla fine del giro durante il quale è scaduto il periodo di 24 ore continuate di corsa.

 

 

Ogni auto dispone di una squadra di tre piloti. Prima del 1970 erano permessi solo due piloti per auto, e nei primi tempi era permessa anche la partecipazione a piloti solitari.

alessandro.passanti@oasport.it

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top