24 Ore di Le Mans 2017: vince la Porsche 919 #2 dopo tanti colpi di scena tra rotture, ritiri e rimonte

24-Ore-Le-Mans-Toyota-Hybrid-Mike-Conwey-Kamui-Kobayashi-Stèphane-Sarrazin.jpg

24 ore di corsa, 1440 minuti, oltre 380 giri, incognite metro dopo metro. Come sempre grandi emozioni sul circuito de la “Sarthe”. L’edizione numero 87 della 24 Ore di Le Mans va al team LMP con la Porsche 919 Hybrid guidata da Timo Bernhard, Earl Bamber e Brendon Hartley che si aggiudicano una corsa nella quale, come sempre, è successo di tutto, soprattutto per quanto riguarda i ritiri. Il team vittorioso (che permette alla Porsche di fare tripletta negli ultimi tre anni) ha saputo tenere duro (nonostante una lunga sosta ai box che li aveva quasi costretti a gettare la spunga) dato che nella categoria regina, la LMP1, sono arrivati al traguardo solamente due equipaggi su sei.

Hanno infatti dovuto fermarsi (quando erano al comando) sia l’altro team Porsche LMP con Neel Jani, Andrè Lotterer e Nicholas Tandy che hanno concluso anzitempo la loro 24 Ore per un problema della pressione dell’olio (erano primi fino al giro 318, intorno alla ventesima ora). Stessa sorte, durante la nottata, per il team favorito dell’edizione 2017, il Toyota Gazoo Racing con Mike Conway, Kamui Kobayashi e Stephane Sarrazin che è stato messo ko dal cambio.

Con questi due ritiri la corsa ha vissuto le ultime tre ore con grande emozioni, dato che al comando rimanevano ben cinque vetture della categoria LMP2 e il solo LMP Porsche costretto ad una rimonta serrata (partendo con oltre tre giri di ritardo). Il loro recupero è stato inesorabile sul team Jackie Chan Oreca di Ho-Pin Tung, Thomas Laurent e Oliver Jarvis con una differenza di oltre otto secondi al giro. Il sorpasso definitivo è avvenuto a 67 minuti esatti dalla conclusione e, da quel momento in poi, il team LMP ha gestito il vantaggio andando a vincere senza alcun problema la 24 Ore.

Nella categoria LMP2, ovviamente, il team Jackie Chan ha vinto a mani basse con due giri di vantaggio sull’equipaggio Vaillante Rebellion di Nelson Piquet Junior.

La categoria GTE Pro si è risolta al fotofinish con la Aston Martin di Jonathan Adam che ha sorpassato la Corvette di Jordan Taylor (poi terzo) che non aveva più gomme andando a vincere con un finale veramente emozionante.

Nella classe AM vince la Ferrari del team JMW Motorport con due giri di vantaggio sul nostro Marco Cioci dello Spirit of the Race.

CLASSIFICA GENERALE FINALE 24 ORE DI LE MANS 2017:

Pos # Status Team Driver Best lap Gap Cat.
1 #2 Run Porsche LMP Team BERNHARD Timo 3:19.782   P1
2 #38 Run Jackie Chan DC Racing TUNG Ho-Pin 3:28.632 1 Lap P2
3 #13 Run Vaillante Rebellion PIQUET JR Nelson 3:28.785 3 Laps P2
4 #37 Run Jackie Chan DC Racing GOMMENDY Tristan 3:29.418 4 Laps P2
5 #35 Run Signatech Alpine Matmut NEGRÃO André 3:30.551 5 Laps P2

CLASSIFICA LMP1:

 CLASSIFICA LM GTE PRO:

Pos # Status Team Driver Best lap Gap Cat.
18 #97 Run Aston Martin Racing ADAM Jonathan 3:50.950 9.308 Pro
19 #67 Run Ford Chip Ganassi Team UK TINCKNELL Harry 3:51.438 1:42.013 Pro
20 #63 Run Corvette Racing – GM TAYLOR Jordan 3:51.156 1:45.657 Pro
21 #91 Run Porsche GT Team MAKOWIECKI Frédéric 3:51.549 28 Laps Pro
22 #71 Run AF Corse BIRD Sam 3:51.846 1:05.598 :

 

CLASSIFICA LM GTE Am:

Pos # Status Team Driver Best lap Gap Cat.
27 #84 Run JMW Motorsport VANTHOOR Dries 3:54.461 34 Laps Am
29 #55 Run SPIRIT OF RACE CIOCI Marco 3:53.944 36 Laps Am
30 #62 Run Scuderia Corsa BELL Townsend 3:55.010 2:28.259 Am
31 #99 Run Beechdean AMR GUNN Ross 3:53.797 3:44.997 Am
32 #61 Run Clearwater Racing SAWA Keita 3:54.977 37 Laps Am

CLASSIFICA RIASSUNTIVA GLOBALE:

Tag

Lascia un commento

Top