Giro d’Italia 2017, le pagelle della tredicesima tappa: Fernando Gaviria senza limiti

LE PAGELLE DELLA 13ESIMA TAPPA DEL GIRO D’ITALIA 2017, 167 chilometri da Reggio Emilia a Tortona

GAVIRIA Fernando, voto 10: oggi la vittoria è tutta sua. Perde qualche posizione prima dell’ultima curva, che crea un effetto a fisarmonica che sembra escluderlo dalla lotta per le prime posizioni. Invece rimonta come una furia, si infila in uno spazio appena sufficiente per passare e vince, recuperando almeno 20 metri alla testa del gruppo al termine di uno sforzo lungo tutto il rettilineo conclusivo. Quarta vittoria di tappa in questo Giro, quasi una consacrazione.

BENNETT Sam, voto 8,5: insomma, senza il numero di Gaviria (possibile a lui e solo lui al mondo, probabilmente) avrebbe conquistato un successo di tappa. Invece deve accontentarsi del secondo posto, che rappresenta comunque il miglior risultato della sua Corsa Rosa e il quarto podio. Applausi anche alla Bora-Hansgrohe, come al solito molto compatta nelle fasi finali per consentirgli di rimanere davanti in vista della volata.

STUYVEN Jasper, voto 7,5: per non essere un velocista puro ottiene un ottimo risultato nella frazione più facile del Giro. Sfrutta il finale tortuoso per prendere le posizioni giuste e agguantare il podio.

FERRARI Roberto, voto 7: si trova a fare la volata con Modolo arretrato (finisce settimo) e coglie un bel quarto posto. A dimostrazione, come aveva già fatto vedere in questo Giro, che con carta bianca può ottenere dei bei risultati.

GIBBONS Ryan, voto 7: sei piazzamenti nei 10. Praticamente invisibile, ma in volata c’è sempre. Oggi quinto.

EWAN Caleb, voto 5: prova ad inserirsi nel treno di Gaviria e questo sembra portargli vantaggio. Quando lancia la volata però si tocca con Richeze e rimane chiuso. Le volate per lui finiscono con un forte retrogusto amaro.

GREIPEL André, voto 5: chiude nono, alle spalle di Ewan. A parte la tappa vinta, poi ha sempre faticato a farsi trovare nel posto giusto per sprigionare i cavalli. Deludente nel corso di queste 13 frazioni, anche considerando che domani non ripartirà (ma le occasioni sarebbero comunque finite).

THOMAS Geraint, senza voto: purtroppo stamattina è stato costretto ad abbandonare la corsa a causa del riacutizzarsi di problemi fisici a spalla e ginocchio derivanti dalla caduta ai piedi del Blockhaus che l’ha coinvolto. Il gallese, comunque, ha dimostrato stoicismo nel continuare la corsa, provando anche a rientrare in classifica con una cronometro da secondo posto dietro al fenomenale Dumoulin.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto LaPresse – Gian Mattia D’Alberto / Rcs

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2017, le altre classifiche: Fernando Gaviria sempre in ciclamino, non cambia nulla

Giro d’Italia 2017, quattordicesima tappa Castellana-Oropa: orario d’inizio e come seguirla in tv. Il programma completo