Atletica, Coppa Europa di marcia 2017 – Palmisano la favorita della 20km! Toth e Lopez le stelle al maschile

Antonella-Palmisano.jpg

Nel weekend i riflettori dell’atletica leggera saranno puntati su Podebrady (Repubblica Ceca) dove si disputerà la Coppa Europa 2017 di marcia. Conosciamo i principali protagonisti, le stelle e i grandi favoriti della vigilia per il successo nelle tre gare seniores.

 

20KM (maschile):

Il grande favorito della vigilia è Miguel Angel Lopez, Campione del Mondo e d’Europa in carica. Il 28enne spagnolo deve riscattare la debacle delle Olimpiadi 2016 e partirà più motivato che mai ma la concorrenza sarà importante. È attesissimo Matej Toth, il Campione Olimpico della 50km che si cimenterà sulla distanza più breve, abbandonata nel corso delle ultime stagioni.

Lo slovacco cerca il colpaccio ma non deve sottovalutare il tedesco Christopher Linke e il britannico Tom Bosworth, quinto e sesto a Rio 2016 (furono i primi europei al traguardo). L’eterno Robert Heffernan, Campione del Mondo della 50km nel 2013, all’alba dei 39 anni proverà a piazzare una nuova stoccata. La Russia sarà presente con Sergey Shirobokov (indipendente), l’Italia si affida in particolar modo a Giorgio Rubino e Marco De Luca che saranno affiancati dai giovani Leonardo Dei To, Francesca Fortunato e Gianluca Picchiottino.

 

50KM (maschile):

L’assenza di Toth ed Heffernan, che hanno deciso di cimentarsi nella distanza più breve, aumenta il numero di incertezze e apre il pronostico. Stando ai tempi di accredito, il migliore è l’ucraino Ihor Hlavan (3h40:39). Sotto le 3h45 ha corso in carriera solo Ivan Banzeruk (3h44:49). Il nostro Federico Tontodonati (3h49:27) e Teodorico Caporaso (3h48:29) sono tra i migliori in starting list al pari di Aleksi Ojala, Carl Dohmann e Andriy Hrechkovskyy.

 

20KM (femminile):

Qui non possiamo nasconderci: la grande favorita della vigilia è la nostra Antonella Palmisano. L’azzurra, quarta alle Olimpiadi di Rio 2016 e quinta agli ultimi Mondiali, fresca del record italiano sui 10mila metri, è in grandissima forma e si cimenterà nella prima 20km stagionale. Con il suo 1h27:51 di personale e con il suo palmares è indubbiamente la ragazza da battere.

La 25enne dovrà temere in particolar modo la portoghese Ana Cabecinha (1h27:46 e in stagionale già sul piede dei 91 minuti). La lusitana, sesta a Rio 2016, proverà a mettere in difficoltà la Palmisano. Non ci sono russe al via, bisognerà tenere d’occhio le spagnole Julia Takacs e Laura Garcia-Caro. Soltanto altre quattro ragazze hanno corso sotto 1h30 in carriera: la lituana Agnese Pastare, la polacca Paulina Buziak, la portoghese Ines Henriques e la greca Despina Zapounidou.

 

(foto FIDAL/Colombo)

Lascia un commento

scroll to top