Tennis, Coppa Davis 2017: Belgio-Italia. I padroni di casa ai raggi X. David Goffin il talento cristallino, Steve Darcis l’uomo in più



L’edizione 2017 della Coppa Davis entra nel vivo, e questo week-end vedrà l‘Italia protagonista a Charleroi contro il Belgio nei quarti di finale, in un match molto difficile per i ragazzi del capitano Corrado Barazzutti, opposti ad una formazione molto agguerrita, giunta in finale nel 2015. Andiamo dunque ad analizzare ai raggi X i prossimi avversari di Fabio Fognini e compagni.

David Goffin: è senza dubbio la stella della Selezione, numero 14 del ranking ATP e vincitore di due tornei in carriera, su due superfici diverse. Dotato di un fisico minuto, il fiammingo riversa le sue abilità sulla precisione dei colpi, ma anche del servizio.

Loading...
Loading...

Steve Darcis: non un fuoriclasse, ma l’arma in più del Belgio, protagonista in Coppa Davis già nel primo turno, sconfiggendo Philipp Kohlschreiber ed Alexander Zverev, regalando due punti preziosissimi nel 4-1 finale. Darcis resta tuttavia il numero 49 del mondo, poco pericoloso a livello di graduatoria, nella quale gli sono davanti anche gli azzurri Paolo Lorenzi e Fabio Fognini. Darcis non gioca da fine febbraio a causa di problemi familiari. La figlia di 4 anni è stata infatti operata al cuore per una malformazione congenita, per fortuna con successo.

Ruben Bemelmas: il 29enne di Genk è un elemento prezioso per il capitano Johan Van Herck, riserva nei singolari nonostante il successo su Misha Zverev, che però si è tolto le migliori soddisfazioni nel doppio, conquistando il titolo di Los Angeles nel 2012.

Joris De Loore: alla seconda convocazione in Davis è ancora imbattuto, vincendo contro il doppio brasiliano nel 2016 e contro quello tedesco nel 2017, superando anche il sudamericano Thomaz Bellucci nel singolare dello scorso anno.

Foto: pagina Facebook David Goffin

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top