Giro di Romandia 2017: Fabio Felline vince il prologo, battuti Dowsett ed Edmonson. Froome si copre

Fabio Felline trova il successo nel prologo del Giro di Romandia. Suo il miglior tempo al traguardo con 2“ su Alex Dowsett e 7“ su Alexander Edmondson.

Percorso cittadino di 4,8 km, reso insidioso dalle condizioni climatiche, con strada bagnata per l’intera prova. I favoriti per la generale prendono il via nella prima parte. Partiamo dal britannico Christopher Froome (Team Sky) che fa segnare il 77° tempo a 29”, l’australiano Richie Porte (BMC) arriva 107° a 33” mentre il britannico Simon Yates (ORICA-Scott) è 25° a 18”. Due corridori da classifica si piazzano al 13° a 12” dalla testa, si tratta del lussemburghese Bob Jungels (Quick-Step Floors) e dello spagnolo Ion Izagirre (Bahrain Merida).

Il miglior tempo all’arrivo è quello del nostro Fabio Felline (Trek – Segafredo) che copre il percorso in 5’ 57”. Al secondo posto troviamo il britannico Alex Dowsett (Movistar Team,) ultimo a prendere il via, con 2” di ritardo. Completa il podio di giornata l’australiano Alexander Edmondson (ORICA-Scott) con 7” di distacco. Felline veste quindi anche la maglia di leader della generale.

alessandro.farina@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Alex Dowsett Fabio Felline Giro di Romandia 2017

ultimo aggiornamento: 25-04-2017


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Novak Djokovic: che succede? La crisi del serbo sembra non finire più

MotoGp, Mondiale 2017: Jorge Lorenzo e Ducati, così non va. Che prospettive può avere questo “matrimonio”?