Freccia Vallone 2017: Alejandro Valverde è imbattibile! Poker consecutivo sul Muro di Huy

Valverde-2-Cometto-Boschetti.jpg

Quattro vittorie consecutive, cinque in carriera: Alejandro Valverde sempre più embatido alla Freccia Vallone. Oggi si è imposto nell’edizione 2017, con uno scatto definitivo e risolutivo negli ultimi 200 metri del Muro di Huy, che gli ha permesso di fare la differenza rispetto a tutti gli avversari.

La prima parte di gara si è svolta in maniera regolare, complice anche un percorso non certo impegnativo in questa fase. Dopo qualche tentativo, Fabien Doubey (Wanty-Groupe Gobert), Romain Guillemois (Direct Energie), Daniel Pearson (Aqua Blue Sport), Yoann Bagot (Cofidis), Nils Politt (Katusha Alpecin) e Olivier Pardini (WB Veranclassic Protect) sono riusciti ad andare in fuga, costruendo un buon vantaggio sul gruppo, arrivato a superare abbondantemente i 5′.

Purtroppo, però, non è mai sembrato sufficiente per andare a giocarsi la vittoria, con la Movistar e la Orica-Scott che hanno sempre tenuto un buon margine in testa al gruppo. Ad una cinquantina di chilometri dal traguardo, dopo il primo passaggio sul Muro di Huy, ha provato ad attaccare Alessandro De Marchi (Bmc), il cui tentativo però non ha avuto fortuna, tamponato subito da Carlos Betancur (Movistar). Questo, però, è stato solamente un antipasto di un tentativo più concreto nato sul penultimo passaggio dalla côte de Cherave che gli ha consentito di attaccare il Muro di Huy, al secondo passaggio, in solitaria. 

Dopo lo scollinamento ha attaccato dal gruppo Bob Jungels (QuickStep-Floors), che si è riportato rapidamente sull’italiano per costruire un vantaggio interessante sul resto dei corridori, con la fuga riassorbita a più riprese una volta entrati negli ultimi 40 chilometri. I due dapprima sono riusciti a guadagnare 30”, procedendo di comune accordo. Poi il lussemburghese ha tirato dritto e a circa 12 chilometri dal traguardo si è ritrovato da solo al comando, arrivando a 50” di margine sul gruppo, sempre tirato dalle solite squadre, grazie alle sue ottime doti di passista.

Dal plotone ha provato a reagire Rafa Majka (Bora-Hansagrohe) sulla côte de Cherave, ma Gianni Moscon (Team Sky) ha prontamente risposto portandosi dietro tutto il gruppo e poi trascinandolo nella fase successiva per provare a ricucire il gap creato da Jungels prima dell’ultimo chilometro, tutti in salita sul Muro di Huy.

Diego Rosa ha prodotto un buono sforzo nella prima parte di salita in favore dei compagni al team Sky Michal Kwiatkowski e Sergio Henao, riportando l’intero gruppo su Jungels, comunque protagonista assoluto di questa corsa. David Gaudu (FDJ) ha provato ad anticipare la volata a 250 metri dalla conclusione ma Alejandro Valverde (Movistar) gli ha preso la ruota e quando ha aperto il gas è riuscito a fare immediatamente la differenza, involandosi verso il quarto successo consecutivo alla Freccia Vallone, il quinto della carriera. Sul Muro di Huy, praticamente, è imbattibile. Daniel Martin (QuickStep-Floors) è riuscito a risalire diverse posizioni nel finale per chiudere in seconda posizione mentre Dylan Teuns (Bmc) ha chiuso in terza posizione. A seguire Sergio Henao e Michael Albasini (Orica-Scott), mentre Barguil e Kwiatkowski hanno occupato sesta e settima piazza. Diego Ulissi (UAE Emirates) ha chiuso in decima posizione, nonostante per alcune fasi si fosse portato in testa al gruppo dei migliori proprio nel cuore del muro conclusivo.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Cometto Boschetti

Lascia un commento

Top