Rugby, Pro12 2016/17 – 18/a giornata: finalmente Italia! Una Benetton Treviso da urlo abbatte gli Ospreys per 13-5

Benetton-Treviso-5-Romeo-Deganello.jpg

Finalmente una soddisfazione per il movimento rugbistico italiano nel diciottesimo turno del Guinness Pro12 2016/2017, con la Benetton Treviso capace di imporsi al cospetto degli Ospreys per 13-5 al termine di un incontro quasi privo di sbavature da parte dei biancoverdi. Si tratta del terzo sigillo dei Leoni in questa edizione della manifestazione, un successo che consente inoltre di avvicinarsi ulteriormente a Newport e Edimburgo in classifica.

A fare la differenza sin dai frangenti inaugurali è stato un possesso gestito meravigliosamente dagli uomini guidati da coach Crowley, a cui si aggiunge una percentuale nei set-pieces davvero vicina alla perfezione, utile a destabilizzare le certezze della franchigia gallese travolta dalla performance pazzesca del pacchetto di mischia trevigiano. La prima marcatura porta la firma di Alberto Sgarbi al 19′, propiziata da uno splendido avanzamento fin sotto i pali finalizzato dal pregevole assist di Tebaldi per la meritata meta del compagno. A pochi secondi dal termine del parziale di apertura la beffa sembra tuttavia materializzarsi per i Leoni, quando Sam Davies realizza un ottimo offload imbeccando Evans, la cui iniziativa dà il la alla comoda marcatura del giovanissimo Giles che anticipa il fischio dell’arbitro.

Nella ripresa ci pensano il piede di Tito Tebaldi e Ian McKinley a mantenere una distanza di sicurezza tra le compagini, a dispetto delle offensive degli Ospreys che si infrangono spesso sull’impeccabile retroguardia dei padroni di casa. Un trionfo tanto emozionante quanto inaspettato quello portato a casa dai beniamini del pubblico dinnanzi alla terza forza dell’ex lega celtica, ma sarà altrettanto necessario dare continua alla prestazione odierna onde evitare che rimanga soltanto un fuoco di paglia utile a gettare acqua sul fuoco per qualche giorno. E’ ora che l’intero movimento italiano torni a recitare un luogo di primo piano all’interno dell’èlite del Vecchio Continente.

Treviso: 15 David Odiete, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Iannone, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luca Sperandio, 10 Ian McKinley, 9 Tito Tebaldi, 8 Robert Barbieri, 7 Marco Lazzaroni, 6 Francesco Minto, 5 Dean Budd (c), 4 Filippo Gerosa, 3 Simone Ferrari, Luca Bigi 2, 1 Federico Zani
A disposizione: 16 Davide Giazzon, 17 Alberto Porolli, 18 Tiziano Pasquali, 19 Guglielmo Zanini, 20 Abraham Steyn, 21 Giorgio Bronzini, Tommaso Benvenuti, 23 Luke McLean

Marcatori Treviso

Mete: Sgarbi (19)
Conversioni: Tebaldi (19)
Punizioni: Tebaldi (57), McKinley (73)

 

Ospreys: 15 Dan Evans, 14 Keelan Giles, 13 Kieron Fonotia, 12 Josh Matavesi, 11 Dafydd Howells, 10 Sam Davies, 9 Tom Habberfield (c), 8 Dan Baker, 7 Olly Cracknell, 6 James King, 5 Rory Thornton, 4 Lloyd Ashley, 3 Brian Mujati, 2 Sam Parry, 1 Paul James
A disposizione16 Scott Otten, 17 Nicky Smith, 18 Rhodri Jones, 19 Tyler Ardron, 20 Sam Underhill, 21 Brendon Leonard, 22 Jay Baker, 23 Jonathan Spratt

Marcatori Ospreys

Mete: Giles (40+1)
Conversioni:
Punizioni:

 

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Romeo Deganello

 

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top