Golf, PGA Tour 2017. Chris Stroud in vetta ad un giro dal termine del Puerto Rico Open, crolla Alex Cejka

Profilo-Twitter-PGA-Tour-3-e1490513054457.jpg

Lo statunitense Chris Stroud si issa al comando in solitaria ad un giro dal termine del Puerto Rico Open 2017, prestigioso torneo inserito nel circuito del PGA Tour, in programma dal 23 al 26 marzo sul par 72 del Coco Beach Golf Course, Rio Grande, Puerto Rico. Il golfista americano ha centrato un terzo giro semplicemente da urlo archiviato in 67 colpi (-5) grazie al quale ottiene il punteggio complessivo di -15, frutto di un rendimento privo di sbavature caratterizzato da cinque birdie a fronte di zero bogey. Per lui diventa ora fondamentale mantenere il ritmo acquisito anche nell’ultima giornata di gara, anche se gli avversari minacciosi non mancano di certo.

Alle sue spalle si collocano infatti i connazionali D.A. Points e Bill Lunde, distanziati di un solo colpo dalla vetta, entrambi protagonisti di una prestazione incoraggiante parzialmente macchiata da un paio di bogeys che non ne compromettono comunque le chance di inserirsi nella lotta per il successo. La quarta piazza è occupata invece da un drappello formato da sei atleti appaiati a -13, tra i quali spiccano le rimonte realizzate dall’inglese Andrew Johnston, capace di scalare la bellezza di 17 posizioni alla vigilia della tornata conclusiva, e del coreano Whee Kim, il quale avrebbe forse potuto ambire ad un risultato di maggior prestigio senza quel sanguinoso bogey alla prima buca. Calo vertiginoso quello dell’ex leader della classifica, l’americano Bryson DeChambeau, incapace di replicare le splendide prove fornite nei giorni scorsi e chiamato adesso ad una risalita davvero molto complicata.

Sprofonda il tedesco Alex Cejka, già vincitore di questo in passato, che non ha mai trovato il giusto feeling con il percorso in questa edizione della manifestazione e relegato dunque in 26ma posizione complice un bilancio non esaltante di +1 sopra il par. Ancora peggio è andata ad un altro favorito della vigilia, il britannico Ian Poulter, incorso nel taglio al termine del secondo giro e mai a suo agio su un green che l’anno scorso lo aveva visto arrendersi soltanto al fotofinish al cospetto del trionfatore Tony Finau.

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter PGA Tour

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top