Giro di Catalogna 2017, il percorso e le tappe: quante salite! E una cronosquadre lunghissima

Valverde-2-Cometto-Boschetti.jpg

Prenderà il via lunedì la Volta a Catalunya 2017, breve corsa a tappe che si disputa in terra spagnola: sette tappe con tanta salita che attendono i corridori.

Prima tappa, Calella – Calella, 178,9 chilometri
Dai 30 metri sul livello del mare di partenza e arrivo nella fase centrale si arriva ben oltre i mille con tre salite piuttosto impegnative che dovrebbero selezionare il gruppo. Dal Col de Formic, a 50 50 chilometri dall’arrivo, una lunga discesa porterà il gruppo, o quanto ne rimane, fino all’Alto de Collsacreu, posto a 19 chilometri chilometri dal traguardo.

Seconda tappa, Banyoles – Banyoles, 41,3 chilometri
Una cronosquadre atipica per lunghezza e che potrebbe scavare distacchi importanti. Percorso mosso e che quindi potrebbe mettere in difficoltà le squadre degli specialisti. Sicuramente una prova interessante.

Terza tappa, Mataró – La Molina, 188 chilometri
La prima parte della tappa è facile, poi una lunga fase ascendente condurrà all’Alto de Toses. Poi due volte la scalata a La Molina, una decina di chilometri con pendenze piuttosto facili, prima di un tratto pianeggiante per concludere la corsa. Primo vero banco di prova per gli uomini di classifica.

Quarta tappa, Llívia – Igualada, 194 chilometri
I primi 100 chilometri sono in discesa e anche la seconda parte della tappa non presenta salite vere e proprie. Fino al Turò del Puig che a 15 dall’arrivo e pendenze importanti potrebbe essere il trampolino di lancio ideale per un attacco.

Quinta tappa, Valls – Lo Port, 182 chilometri
Tutto si concentrerà negli ultimi 20 chilometri, completamente in salita. Ascesa a Lo Port (Tortosa) che non dovrebbe avere pendenze esagerate (5-6% di media nell’arco di tutta la salita) ma la lunghezza potrebbe lasciare tossine nelle gambe e consentire ai più brillanti di attaccare e fare la differenza in classifica.

Sesta tappa, Tortosa – Reus, 189 chilometri
Frazone caratterizzata dall’Alt de Musara, circa 15 chilometri sempre con pendenze non proibitive che si concluderà a poco meno di 40 chilometri dalla conclusione. Subito dopo la vetta ci sarà un tratto pianeggiante in quota e precedere una lunga discesa quasi fin sul traguardo.

Settima tappa, Barcelona – Barcelona, 138 chilometri
Tappa facile? No. Nel finale otto volte un circuito con lo strappo del Montjuic che potrebbe rendere quest’ultima frazione una piccola Classica. E anche in ottica classifica, un divario di alcuni secondi potrebbe non dare sicurezza al detentore della maglia di leader.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Cometto Boschetti

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top