Curling, Mondiali femminili 2017: Italia superata per 10-2 dalle campionesse della Svizzera

Curling-Alina-Paetz-WCF.jpg

Proseguono sul ghiaccio di Pechino i Campionati Mondiali di curling femminile 2017, con l’Italia che ha disputato nelle mattinata cinese il suo ottavo match iridato, affrontando la Svizzera di Alina Pätz, skip che ha già conquistato il titolo mondiale del 2015 e che faceva parte anche della squadra iridata nel 2012 sotto la guida di Mirjam Ott.

La sfida è subito iniziata con un parziale di 2-0 per la compagine rossocrociata, uno svantaggio che che la squadra di Diana Gaspari è riuscita a dimezzare nella seconda mano (2-1). Il prosieguo del match ha però visto un andamento a senso unico in favore delle elvetiche, che hanno messo a segno due parziali di 4-0 e 3-0 nel quarto e nel quinto end, portandosi sul 9-1 e chiudendo di fatto l’incontro. Al termine del settimo end, le due compagini si sono serrate le mani sul risultato finale di 10-2.

Dopo dodici sessioni di incontri, al comando della classifica continua ad esserci il Canada di Rachel Homan, oramai unica squadra imbattuta con sette vittorie in altrettante sfide disputate. Resta molto aperta, invece, la battaglia per gli altri tre posti qualificativi per le fasi finali, anche se la Svezia di Anna Hasselborg al momento sembra favorita per la seconda posizione.

SESSIONE 12

Russia – Danimarca 8-6
Cina – Scozia 6-8
Corea del Sud – Rep. Ceca 10-3
Italia – Svizzera 2-10

Classifica: Canada (7-0), Svezia (6-1), Russia, Svizzera (5-3), Stati Uniti (4-3), Corea del Sud, Rep.Ceca, Scozia (4-4), Germania (3-4), Cina, Italia (2-6), Danimarca (0-8)

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: World Curling Federation

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top