Sci alpino, slalom gigante Val d’Isère 2016: Faivre magnifique, che bravo De Aliprandini! Le pagelle della gara



PAGELLE SLALOM GIGANTE VAL D’ISÈRE

MATHIEU FAIVRE (FRA) 10
Per la sua prima vittoria in Coppa del Mondo, il ventiquattrenne nizzardo non poteva scegliere una cornice migliore di quella della gara di casa. Ottimo nella prima frazione, Faivre ha sfoderato una manche eccezionale nella seconda parte di gara, cogliendo quella vittoria che gli era sfuggita lo scorso anno alle finali di St. Moritz, quando fu terzo dopo il primo tempo nella prima manche.

MARCEL HIRSCHER (AUT) 9
Dal campione austriaco ci si aspetta sempre la vittoria, ma oggi contro un Faivre scatenato c’era davvero poco da fare. Per lui l’obiettivo resta quello della classifica generale, ed i punti accumulati oggi risultano preziosissimi proprio in quest’ottica.

Loading...
Loading...

ALEXIS PINTURAULT (FRA) 8
Dopo il dominio della prima gara sul ghiacciaio Rettenbach, il campione di Courchevel era atteso ad una grande prestazione in casa. Sotto tono nella prima manche, dove ha chiuso solo sesto, Pinturault si è scatenato nella seconda, recuperando a sufficienza per il podio ma non per superare il suo grande rivale Hirscher.

THOMAS FANARA (FRA) 8
Peccato per l’errore nell’ultima parte della seconda manche, altrimenti il veterano della squadra francese avrebbe potuto cogliere un nuovo podio. Ottima prova, comunque, su un pendio ed una neve che generalmente non corrispondono alle sue preferenze.

VICTOR MUFFAT-JEANDET (FRA) 7.5
A completare il poker di gigantisti francesi nelle prime cinque posizioni ci ha pensato Muffat-Jeandet, ritrovato dopo le prime gare che non lo avevano visto tra i migliori protagonisti. Grazie a questo risultato, inoltre, rientra tra i primi sette della starting list.

LUCA DE ALIPRANDINI (ITA) 7.5
Il sesto posto di De Aliprandini rappresenta una manna dal cielo per una squadra azzurra che in questa disciplina stenta a decollare. Come nella prima gara stagionale, Luca ha brillato particolarmente nella seconda manche, che oramai sta diventando il suo marchio di fabbrica, rimontando dall’undicesimo al sesto posto.

ERIK READ (CAN) 8
Il figlio d’arte ha fatto segnare la sua miglior prestazione in carriera, chiudendo al nono posto. Partito con il pettorale numero 52, il canadese ha ottenuto la qualificazione con il 24mo tempo, ed ha poi realizzato il terzo crono della seconda manche alle spalle di Faivre e Pinturault, recuperando quindici posizioni.

RICCARDO TONETTI (ITA) 7
Brillantissimo nella prima manche, dove si era classificato addirittura quinto, l’azzurro ha poi pagato nella seconda, ottenendo un pur sempre eccellente decimo posto nonostante qualche sbavatura di troppo.

FLORIAN EISATH (ITA) 6
Il veterano azzurro fa sempre il suo, anche se il ventesimo posto non rappresenta di certo il suo obiettivo. Una prova sufficiente e nulla più.

ROBERTO NANI (ITA) 4
Designato come leader della squadra azzurra di gigante, Nani sta vivendo una grande involuzione: la mancata qualificazione di oggi lo avvicina ai margini delle prime quindici posizioni della WCSL, e potrebbe presto pagare l’assenza di risultati con pettorali alti.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Fédération Française de Ski

Loading...

Lascia un commento

scroll to top