Sci alpino, Coppa del Mondo 2016/2017: trionfi francesi con Pinturault e Worley, Goggia certezza. Le pagelle di giornata



La giornata di oggi ha regalato alla Francia due successi nella Coppa del Mondo di sci alpino 2016/2017, con Alexis Pinturault che ha dominato sulle nevi di casa a Val d’Isère e Tessa Worley che si è imposta nella gara di Sestriere. Per entrambi si tratta del secondo centro stagionale. L’Italia, invece, ha potuto festeggiare il secondo posto di Sofia Goggia, mentre gli uomini hanno ancora faticato. Vediamo le pagelle di giornata.

PAGELLE SLALOM GIGANTE VAL D’ISÈRE

Alexis Pinturault (FRA) 10
Oramai il francese va considerato come il numero uno assoluto dello slalom gigante: sei delle ultime gare di questa disciplina, a cavallo tra le ultime due stagioni, sono state infatti vinte dal talento di Courchevel, che ha sempre chiuso sul podio. Dominatore nella prima manche, Pinturault ha dimostrato di saper gestire al meglio il proprio vantaggio per ottenere la sua diciassettesima vittoria in carriera.

Loading...
Loading...

Marcel Hirscher (AUT) 9
Ancora una prestazione molto solida da parte del campionissimo austriaco, che continua dunque a comandare la classifica generale, alla ricerca di una sesta sfera di cristallo consecutiva. Se non ci fosse Pinturault, parleremmo di un Hirscher ancora dominatore delle porte larghe.

Henrik Kristoffersen (NOR) 9
Con una splendida seconda manche, il giovane norvegese ha recuperato ben undici posizioni per salire sul terzo gradino del podio. Dopo le vicende riguardanti gli sponsor, Kristoffersen sembra finalmente tornato ad essere il campione che conosciamo, e domani punterà decisamente alla vittoria nello slalom speciale.

Erik Read (CAN) 8
Dopo il nono posto della scorsa settimana, il giovane canadese ha migliorato il proprio miglior risultato con un eccellente ottavo posto conquistato con il pettorale numero 50. Il venticinquenne figlio d’arte rappresenta oramai una realtà da tenere in considerazione in gigante.

Manfred Mölgg (ITA) 6.5
Con il suo tredicesimo posto, il veterano marebbano continua ad essere il miglior azzurro in questa disciplina che sembra non voler proprio sorridere all’Italia. Unico tricolore a riuscire a completare due manche solide e prive di grandi errori.

Roberto Nani (ITA) 4
Continua il grande periodo di crisi per Roberto Nani, che da numero uno italiano si sta trasformando oramai in una presenza anonima. Un ragazzo da recuperare subito, prima che sia troppo tardi.

CLICCA SU PAGINA 2 PER LE PAGELLE DELLA GARA FEMMINILE

Loading...

Lascia un commento

scroll to top