Canoa slalom: i giovani azzurri da seguire in ottica Tokyo 2020

Jakob-Weger-canoa-slalom-foto-sua-fb.jpg

Oltre a Giovanni De Gennaro e Stefanie Horn, non mancano di certo gli atleti da visionare in chiave Tokyo 2020. Vincenti o comunque piazzati di lusso nelle competizioni giovanili, Jakob Weger, i fratelli Ivaldi, Roberto Colazingari, Paolo Ceccon e Chiara Sabattini proveranno a ripetersi anche tra i senior.

Jakob Weger: campione europeo junior nel 2014, il canoista meranese è già stato inserito in pianta stabile nella nazionale senior. Interessante si prospetta il duello con suo fratello Matthias, di due anni più vecchio e portacolori dell’Austria.

Zeno & Raffaello Ivaldi: anche qui due fratelli con grande talento da tenere d’occhio. Il primo è argento europeo e mondiale under 23 nel K1, il secondo vanta un titolo junior nel C1.

Roberto Colazingari: plurititolato a livello giovanile, non ha ancora trovato la quadratura del cerchio tra i grandi. C’è bisogno del talento del canoista del Corpo Forestale per rilanciare un settore incapace di qualificarsi a Rio.

Paolo Ceccon: vicecampione del mondo under 23 nel C1, il cinuista del CCK Valstagna deve, come il compagno di squadra Colazingari, fare il salto di qualità tra i senior.

Chiara Sabattini: ottava agli Europei under 23 l’atleta delle Fiamme Azzurre è il prospetto più interessante a livello femminile.

francesco.drago@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top