Basket, Eurocup: Kaukenas sulla sirena fa felice Reggio Emilia, Venezia ko in rimonta, perde ancora Brindisi

Dopo la vittoria ai supplementari nella giornata di ieri di Trento, oggi era il turno delle altre tre formazioni italiane in Eurocup. Un canestro sulla sirena di Rimantas Kaukenas regala un successo fondamentale alla Grissin Bon Reggio Emilia contro i tedeschi del Riesen Ludwigsburg.
Dopo una sfida equilibrata, Reggio Emilia era riuscita ad allungare sul +7 a cinque minuti dal termine, prima di subire la rimonta del Ludwigsburg, ma poi ci ha pensato Kaukenas ad avvicinare la Grissin Bon alla qualificazione.

Nello stesso girone Brindisi era praticamente già eliminata e contro il Gran Canaria è arrivata l’ennesima sconfitta. Un ko messo probabilmente in preventivo da parte della squadra di coach Bucchi, che parte con le secondo linee e subisce un parziale di 25-12, che praticamente mette subito la parola fine alla partita.

Tantissimi rimpianti,invece, per la Reyer Venezia che spreca il primo match point per qualificarsi alla fase successiva. Dopo aver chiuso in vantaggio di nove punti all’intervallo Goss e compagni si sono fatti clamorosamente rimontare dallo Charleroi di un Jimmy Baron da 18 punti.

Questi i tabellini delle partite:

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – MHP RIESEN LUDWIGSBURG 69-68 (15-10; 13-19; 20-20; 21-19)

Reggio Emilia: Kaukenas 15, Lavrinovic 14, Della Valle13
Ludwigsburg: Shakur 12, Cotton 12, Huff 11

 

ENEL BASKET BRINDISI – GRAN CANARIA 71-88 (12-25; 21-21; 21-22; 17-20)

Brindisi: Harris 20, Gagic 12, Milosevic 10
Gran Canaria: Salin 21, Omic 17, Baez 14

 

PROXIMUS SPIROU CHARLEROI – UMANA REYER VENEZIA 86-83 (20-24; 20-25; 21-19; 25-15)

Charleroi: J.Baron 18, Tumba 17, Purpla 16
Venezia: Peric 17, Viggiano 15, Goss 13

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, Challenge Cup – Tutto facile per Verona: gita in Olanda, ottavi in cassaforte

Calcio, quarto turno Coppa Italia: impresa dell’Alessandria a Palermo. Di Natale non è finito