Pattinaggio artistico, Cup of China 2015: Asada subito prima, Giappone batte Russia nel corto

È una Mao Asada subito altamente competitiva quella che è tornata in gara quest’oggi a Pechino, in occasione della Cup of China 2015, terza tappa del Grand Prix di pattinaggio di figura 2015/2016. La venticinquenne nipponica, reduce da un anno sabbatico, ha infatti dominato il programma corto femminile con 71.73 punti. La due volte campionessa iridata ha primeggiato sia dal punto di vista tecnico (37.08) che per le componenti del programma (34.65). Asada sarà dunque la favorita anche per il libero di domani, visto che può contare su un margine di sei punti sulla prima delle avversarie.

Il Sol Levante brilla anche al secondo posto, con la diciannovenne Rika Hongo che ha collezionato 65.79 punti, ovvero quattro centesimi in più rispetto al primato ottenuto ad inizio stagione in occasione della vittoria al Finlandia Trophy. A completare il podio è la sorprendente statunitense Courtney Hicks, classe 1995, che ha superato per la prima volta in carriera la fatidica soglia dei sessanta punti, ottenendo un risultato di 62.38.

In tutto questo, le deluse sono le russe, con Anna Pogorilaya che occupa la quarta posizione anche a causa di una caduta (61.47) ed Elena Radionova (58.51) che è addirittura sesta, preceduta anche dalla padrona di casa Li Zijun (58.62).

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Mao ASADA
JPN
71.73 1
2 Rika HONGO
JPN
65.79 2
3 Courtney HICKS
USA
62.38 3
4 Anna POGORILAYA
RUS
61.47 4
5 Zijun LI
CHN
58.62 5
6 Elena RADIONOVA
RUS
58.51 6
7 Karen CHEN
USA
58.30 7
8 Hannah MILLER
USA
55.25 8
9 Nicole RAJICOVA
SVK
54.76 9
10 So Youn PARK
KOR
52.47 10
11 Ziquan ZHAO
CHN
48.66 11
12 Lu ZHENG
CHN
47.23 12

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pattinaggio di figura, Cup of China: Cappellini-Lanotte in testa nella danza dopo il corto!

Snowboard, Coppa Europa: Lauzi secondo nello slopestyle