Sci alpino: Fenninger incredibile a Maribor. Nadia Fanchini 4^

fenninger1.jpg

Difficile pensare che un’atleta con 47/100 di distacco all’ultimo intermedio, quando mancano all’incirca 20 secondi di gara, possa rimontare a sufficienza per vincere. Anna Fenninger può: lo ha dimostrato oggi sulla Pohorje 2 di Maribor, strozzando in gola l’urlo di Viktoria Rebensburg che assaporava già il successo.

Quattro centesimi, alla fine il distacco tra la salisburghese e la tedesca è questo: la differenza, appunto, nell’ultimo settore della seconda manche, quando la Fenninger traccia una riga dritta sino alla linea d’arrivo, confermando il momento di particolare grazia per un’atleta che forse è già la più tecnica dell’intero Circo Bianco. Terzo gradino del podio per Tina Weirather a 30/100 e nessuno può essere più felice della campionessa del Liechtenstein, che inizia forse ad incassare il mastodontico credito con la buona sorte. Subito dietro una splendida Nadia Fanchini, distanziata di 47/100: ecco, quando la Fenninger era così tanto dietro all’ultimo intermedio, probabilmente la camuna vedeva molto vicino un meritatissimo podio. In ogni caso arriva il miglior piazzamento stagionale, conseguito con la certezza di aver sciato in modo esemplare in entrambe le manche.

Più amareggiata, sicuramente, Federica Brignone: terza a metà gara, sembra fare sempre qualche metro in più nelle traiettorie della seconda discesa, scivolando fino all’ottavo posto. Come cambia l’umore tra una posizione e l’altra: il nono conseguito da Irene Curtoni è invece assolutamente positivo, non solo perché si tratta della miglior performance di questo inverno, ma anche perché rappresenta la risposta migliore alla mancata convocazione per la rassegna iridata. Francesca Marsaglia è invece un po’ brusca in certi passaggi della sua gara, ma ottiene una quindicesima piazza che costituisce comunque il suo miglior piazzamento stagionale tra le porte larghe, in linea con quanto faceva nella scorsa annata.  Manuela Moelgg è meno brillante nella seconda discesa e chiude a ruota della romana, per un sedicesimo posto comunque discreto. Nicole Agnelli porta a casa una gara regolare, con qualche guizzo in particolare nel settore finale della seconda prova: per lei il diciannovesimo posto è positivo, oltretutto il suo gesto tecnico appare davvero bello da vedere.
Salta nella seconda manche Sabrina Fanchini, qualificata in trentesima posizione col pettorale n° 46: per la camuna svanisce l’opportunità di conquistare i primi punti stagionali, con un piazzamento probabilmente in linea con quello di Nicole Agnelli. Non qualificate Elena Curtoni e la debuttante Valentina Cillara Rossi.

Per restare aggiornato sul mondo della montagna, visita La GrandeNeve, anche su Facebook

foto: pagina Facebook Vail/Beaver Creek 2015

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top