Judo, European Open: argento per Cantoni e bronzo per Giorgis a Praga

Judo-Fanny-Estelle-Posvite-Giulia-Cantoni-EJU.jpg

L’Italjudo femminile si è finalmente svegliata in questa prima parte di 2015, conquistando le prime due medaglie della stagione in occasione dell’European Open di Praga. In Repubblica Ceca è mancato il titolo, ma nell’intensissima giornata che ha visto combattere tutte le categorie la squadra azzurra è uscita finalmente a testa alta.

La ventinovenne Giulia Cantoni ha chiuso il torneo con una splendida medaglia d’argento nella categoria 70 kg, che la riporta sul podio dopo la vittoria dello scorso settembre nella tappa estone di Tallinn. La judoka azzurra ha iniziato la giornata battendo per ippon l’azera Valida Mirzazada, successivamente ha superato per yuko l’atleta di Taipei Shang Liu-Yu e la slovena Patricija Brolih. In semifinale ha nuovamente messo a segno un ippon per sbarazzarsi in meno di due minuti della brasiliana Barbara Timo, accedendo dunque in finale. Nell’atto conclusivo, però, ha incontrato la forte francese Fanny-Estelle Posvite, vincitrice dei Giochi del Mediterraneo nel 2013, che si è andata a prendere l’oro con un waza-ari. Bisogna aggiungere che la ventiduenne può essere oramai considerata una vera e propria bestia nera per Giulia Cantoni, visto che l’ha battuta sei volte in altrettanti scontri diretti.

Nella stessa categoria, va segnalato il primo podio per la squadra israeliana di Linda Bolder: la ventiseienne ex olandese, argento europeo nel 2013, è passata quest’anno alla nuova nazionale per evitare lo scontro diretto con la formidabile Kim Polling ed avere la vita più facile in vista della qualificazione olimpica. L’altra medaglia di bronzo è andata alla cinese Chen Fei.

La ventitreenne Valentina Giorgis ha finalmente ottenuto la prima medaglia nella sua nuova categoria di peso, la 57 kg, classificandosi in terza posizione. Dopo aver lasciato i 63 kg, categoria che le ha regalato tante soddisfazioni in passato, l’atleta torinese aveva faticato a trovare il bandolo della matassa. Quest’oggi, però, è riuscita ad entrare in gara in modo deciso, infliggendo un waza-ari alla tedesca Swantje Kaiser ed uno yuko alla russa Anastasija Konkina. La sconfitta ai quarti di finale con la sudcoreana Kim Jan-Di, vincitrice per waza-ari, non ha demoralizzato l’azzurra, che ha reagito nei ripescaggi con due yuko sulla cinese Zhou Ying, per poi andare a prendesi la medaglia ai danni della tedesca Johanna Müller: in questa sfida, entrambe le judoka hanno messo a segno uno yuko, ma a decidere sono stati gli shido (0-3).

Non sono riuscite ad imitare Valentina Giorgis le altre italiane iscritte al tabellone delle 57 kg, Maria Centracchio ed Anna Righetti. Le due si sono sfidate nei ripescaggi, dove l’atleta di origine molisana è riuscita ad avere la meglio per uno shido di differenza (3-2). Poi, però, Centracchio è stata costretta ad accontentarsi del quinto posto, battuta sempre per gli shido (0-2) dalla sudcoreana Kim Jan-Di, proprio colei che aveva battuto in precedenza Giorgis. In finale, l’atleta di Taipei Lien Chen-Ling ha impiegato poco più di un minuto per schienare la bulgara Ivelina Ilieva.

RISULTATI

48 kg: 1) Jeong Bo-Kyeong KOR, 2) Ebru Şahin TUR, 3) Irina Dolgova RUS, 3) Dilara Lokmanhekim TUR

52 kg: 1) Ma Yingnan CHN, 2) Park Da-Sol KOR, 3) Bundmaa Munkhbaatar MGL, 3) Darya Skrypnik BLR

57 kg: 1) Lien Chen-Ling TPE, 2) Ivelina Ilieva BUL, 3) Valentina Giorgis ITA, 3) Kim Jan-Di KOR

63 kg: 1) Marta Labazina RUS, 2) Alice Schlesinger GBR, 3) Tserennamid Tsend-Ayush MGL, 3) Yang Junxia CHN

70 kg: 1) Fanny-Estelle Posvite FRA, 2) Giulia Cantoni ITA, 3) Linda Bolder ISR, 3) Chen Fei CHN

78 kg: 1) Gemma Gibbons GBR, 2) Samanta Soares BRA, 3) Albina Amangeldiyeva KAZ, 3) Daria Pogorzelec POL

+78 kg: 1) Katarzyna Furmanek POL, 2) Yu Song CHN, 3) Kim Ji-Youn KOR, 3) Rochele Nunes BRA

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top