Show Player

Ciclismo, il punto sugli italiani: Pozzovivo e Malori OK, Modolo piazzato e Mareczko si presenta ai grandi



Con le prime gare stagionali in archivio, proviamo a valutare come si sono espressi i migliori tra Tour de San Luis e Tour Down Under. Tra Argentina e Australia il tricolore si è fatto già vedere nelle prime posizioni di classifica.

L’unico a portare a casa un successo, in queste due corse, è stato Adriano Malori, bravo a sfruttare l’occasione della cronometro al San Luis per mettere in tasca la prima vittoria stagionale. Vero e proprio specialista delle prove contro il tempo, l’alfiere della Movistar non ha fatto il vuoto, ma si è permesso di lasciarsi alle spalle Michal Kwiatkowski, campione del mondo in carica della prova in linea. Per quanto un test non probante per l’assenza di tutti i big della disciplina, iniziare con una vittoria fa sempre bene in vista delle prossime corse stagionali.

Loading...
Loading...

Sempre per rimanere alla corsa sudamericana, gli atleti italiani si sono messi in mostra nelle volate. Sacha Modolo ha conquistato un paio di piazzamenti sul podio, senza però mai riuscire a lottare veramente per la prima posizione, dato anche un Gaviria in condizioni super e battuto solo da Mark Cavendish nell’ultima tappa. Il corridore della Lampre-Merida, che qui lo scorso anno ha vinto, avrà comunque occasione di rifarsi con un calendario diverso rispetto a quello del 2014. Nelle prossime settimane è infatti atteso al Tour of Oman e al Tour of Qatar. Tra i giovanissimi in mostra Nicolas Marini (Nippo – Vini Fantini) e Jakub Mareczko (Southeast), che si sono fatti vedere a ridosso del podio. Mareczko, nell’ultima frazione, ha conquistato il miglior risultato della settimana, chiudendo terzo. Le qualità per fare bene sembrano esserci.

Al Tour de Down Under si è visto subito in testa al gruppo nelle frazioni più impegnative Domenico Pozzovivo, scalatore lucano in forze all’AG2R. Il sesto posto finale in classifica generale forse non rende pienamente giustizia alle sue prestazioni in salita, ma i suoi limiti negli arrivi esplosivi sono noti e spesso gli impediscono di raccogliere risultati migliori. In ogni caso, ottimo esordio dopo i problemi avuti ad agosto, con un infortunio che l’ha tenuto a lungo lontano dalla bicicletta. Pozzovivo sembra quantomeno motivato e dopo aver scoperto di poter fare bene anche nella grandi classiche è probabile che in questo 2015 possa farsi rivedere già nel mese di aprile con prestazioni importanti. In volata, qualche bel piazzamento di un Niccolò Bonifazio sempre in crescita ma non ancora al livello dei migliori. Si conferma un prospetto interessantissimo e tutto da seguire.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...

Lascia un commento

scroll to top