Show Player

Ciclismo, Davide Cassani: “Al San Luis bene Battaglin e Bertazzo”



Davide Cassani affida al sito della Federciclismo il bilancio della spedizione azzurra al Tour de San Luis, dove la nazionale era costituita dagli under 23 Davide Ballerini e Simone Petilli e dagli élite Enrico Battaglin, Liam Bertazzo, Jakub Mareczko e Mauro Finetto.

Credo che a Battaglin questo Tour abbia fatto bene. Per un atleta come lui iniziare la stagione in anticipo è un vantaggio. Mi aspetto che sia competitivo già alla Sanremo. Quando penso a Liam Bertazzo penso a strada e pista, pista e strada. Ha il cambio di velocità giusto per diventare su strada un ottimo ultimo uomo. In più,  il “colpo d’occhio” acquisito su pista è un aiuto. Mentre, Mauro Finetto, purtroppo, è arrivato in Argentina in condizioni non buone.  È riuscito comunque a finire il Tour de San Luis in crescendo con una bella fuga all’ultimo giorno. Non mi sorprenderebbe una sua vittoria già in una delle prime corse in Italia” dichiara il tecnico romagnolo, aggiungendo poi come “Mareczko sia forte e determinato. Ha solo vent’anni e tutto il tempo di adattarsi e abituarsi, soprattutto in salita. È molto veloce e leggero, ma ci vuole pazienza. È un vincente”.

Loading...
Loading...

Per quanto riguarda i due under, Cassani li descrive così: ““Davide Ballerini è un buon passista e sono convinto che per lui questa esperienza in Argentina sia stata molto importante. Il “motore” c’è, anche se pecca ancora di “giovanite acuta”, che si manifesta quando si aiuta un compagno tenendo qualcosa per sé… ma è normale. Di Simone Petilli posso dire che è stato convocato nonostante il suo “zero” vittorie all’attivo. Ma in salita è forte. In più, non ha ancora la barba…ma credo proprio che quest’anno il successo arrivi”.

Il commissario tecnico traccia infine un bilancio sugli altri italiani impegnati in Argentina con le rispettive squadre di club: “Bene Sacha Modolo, in buona condizione. Se solo avesse trovato il varco all’ultima tappa, avrebbe potuto impensierire uno come Cavendish. Mi è piaciuto anche Filippo Pozzato: magro e grintoso, partito molto meglio rispetto alle passate stagioni, così come il suo compagno di squadra, Mattia Cattaneo, anche per lui un buon inizio. Il giovane Nicolas Marini è sempre stato in bella evidenza, mentre Marco Canola è in ottima forma, spesso all’attacco, ha fatto anche una discreta crono. Il più generoso? Giacomo Berlato con due fughe. Ottimo anche il lavoro di Fabio Sabatini per il suo capitano Cavendish, così come la performance di Adriano Malori nella cronometro“. 

foto: pagina Facebook Davide Cassani

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top