Pattinaggio, Grand Prix Final: sfida nordamericana nella danza

Chock-Bates-Madison-Evan-pattinaggio-Facebook-Usa.figure-skating.jpg

Con la short dance di Venerdì, anche la danza farà il suo esordio alle finali del Grand Prix 2014/2015, organizzate per la prima volta dalla città catalana di Barcellona. Passiamo in rassegna, dunque, le migliori sei coppie della stagione, ovvero quelle che si affronteranno per la vittoria finale nel massimo circuito mondiale.

Qualificati in prima posizione grazie alle vittorie di Skate America e della Rostelecom Cup, con punteggio altissimi in entrambe le occasioni, la coppia statunitense formata da Madison Chock ed Evan Bates parteciperanno alla loro prima finale, e sembrano pronti per raccogliere il testimone dai grandi Meryl Davis e Charlie White, vincitori nelle ultime sei occasioni. La coppia giovane a stelle e strisce ha vissuto fino ad ora la miglior stagione della propria carriera, e spera naturalmente di regalare un settimo successo consecutivo al proprio Paese in questa prova.

A difendere i colori del Canada saranno soprattutto Kaitlyn Weaver ed Andrew Poje, vincitori di Skate Canada e dell’NHK Trophy. Già quinti lo scorso anno in Giappone, i rappresentanti della foglia d’acero hanno a loro volta il peso di coprire l’assenza di Tessa Virtue e Scott Moir, che però non si sono mai imposti nella finale del Grand Prix, raccogliendo quattro medaglie d’argento. Per il Canada, il successo nella danza manca da tredici anni, quando vinsero Shane-Lunn Bourne e Viktor Kraatz.

Le altre due tappe della stagione, il Trophée Éric Bompard e la Cup of China, sono invece state conquistate dalla giovanissima coppia francese formata da Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, già secondi due anni fa alle finali del Junior Grand Prix. Dopo una prima stagione di esperienza, i due sono pronti per conquistare una medaglia ed a giocare il ruolo di terzi incomodi all’interno del duello nordamericano: la Francia, del resto, non scende dal podio della danza da sette edizioni, con Isabelle Delobel ed Olivier Schoenfelder che furono gli ultimi a vincere prima del regno di Davis/White.

Sia gli Stati Uniti che il Canada disporranno di una seconda coppia, anche se è difficile pensare che possano duellare con i rispettivi leader: la delegazione a stelle e strisce conterà anche su Maia Shibutani/Alex Shibutani, mentre per i canadesi saranno presenti Piper Gilles e Paul Poirier. I fratelli statunitensi hanno già partecipato tre anni fa, classificandosi quinti, mentre per i medagliati d’argento dei Four Continents si tratterà della prima esperienza in questa rassegna.

Il novero dei partecipanti è completato dai russi Elena Il’inych e Ruslan Žiganšin, coppia di recente formazione, che ha già realizzato un’ottima performance qualificandosi al primo anno, ma che non sembra ancora avere l’affiatamento per competere con gli altri concorrenti. L’obiettivo sarà soprattutto quello di migliorare ancora una volta il proprio personal best, dopo quello stabilito in occasione della medaglia d’argento vinta alla Rostelecom Cup.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: USA Figure Skating (Facebook)

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top