Nuoto, Mondiali Doha 2014. Brutta Italia. Si salvano Polieri, Scozzoli e la 4×100 stile libero uomini

4x100-sl-maschile-orsi-leonardi-magnini-dotto-nuoto-foto-fin-deepbluemedia.jpg

Una mattinata con il cuore in gola e con l’amaro in bocca per l’Italia del nuoto ai Mondiali in vasca corta di Doha. Si apre con l’uscita di scena di un soffio di Filippo Magnini e Andrea Mitchell D’Arrigo, rispettivamente nono (1’43”01 e undicesimo (1’43”31) nei 200 stile libero e si chiude con la furia di Federica Pellegrini che commenta senza mezzi termini la prestazione delle compagne di squadra nelle batterie della 4×200 stile libero. Le campionesse d’Europa in lunga chiudono none in 7’47”61, mentre la veneta dall’hotel “cinquetta” un “Merda, merda, merda” che la dice lunga sul suo stato d’animo.

C’è anche del buono, non molto ma c’è per i colori azzurri in questa prima sessione di gare. La staffetta 4×100 stile libero uomini chiude al primo posto le batterie con 3’07”65 (Orsi spettacolare in ultima frazione) che mette in fila Brasile, Francia e Usa. E’ l’unica vera possibilità di medaglia del pomeriggio per l’Italia che inserirà nel motore Magnini ma è difficile farsi illusioni. L’altra finalista del pomeriggio sarà Alessia Polieri che migliora di un centesimo il personale nei 200 farfalla e con 2’05”68 entra con l’ottavo tempo nel regno di Belmonte e Hosszu, che merita un capitolo a parte. Fabio Scozzoli non incanta nei 100 rana di cui è campione uscente. Parte forte, tocca ai 50 in 26”88 ma poi cala nel finale e chiude col decimo tempo che vale comunque l’accesso alle semifinali di oggi in 57”86. Podio lontano. In semifinale anche Arianna Barbieri che nei 100 dorso con 58”26 fa segnare il sedicesimo tempo. Sorriso a denti stretti per l’esordiente in azzurro Simone Sabbioni a cui non basta il personale nei 100 dorso (51”56) per entrare in semifinale. E’ 18., davanti al deludente compagno di squadra Niccolò Bonacchi, 19. Con 51”65.
Le delusioni sono tante: da Matteo Rivolta, irriconoscibile nei 100 farfalla, 25. in 51”73, al bronzo europeo in lunga dei 100 rana Arianna Castiglioni, solo 33. nei 50 in 31”52, a Stefania Pirozzi, fuori dalla finale dei 200 farfalla con 2’06”42 (11.). Male Ambra Esposito, mai in gara nei 100 dorso. A chiudere la giornata grigia dell’Italia del nuoto arriva la doccia fredda della 4×200 stile libero.

Dando un’occhiata fuori dall’Italia la mattinata ha confermato quanto aveva detto la Coppa del Mondo in molte discipline. La stakanovista Katinka Hosszu ha sfiorato i Mondiali sia sui 100 dorso che soprattutto sui 400 misti e c’è da aspettarsi grandi cose da lei oggi. Ryan Lochte non ha esagerato, sfiorando l’eliminazione nei 200 stile libero e accontentandosi del secondo tempo nei 100 farfalla. Alia Atkinson ha vinto ancora una volta il duello (a distanza) con Ruta Meylutyte nei 50 rana, mentre si preannuncia grande spettacolo nei 100 dorso donne, 100 farfalla uomini e nella staffetta 4×100 uomini con il brasiliano Cielo che ha strabiliato con un 45”53 lanciato da urlo. Oggi, dalle 16, la sessione pomeridiana con poca Italia ma tanto spettacolo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top