Nuoto, Mondiali Doha 2014: Sabbioni, primi passi tra i grandi

simone-sabbioni-15.7.2014.jpg

Simone Sabbioni fa il suo esordio nella Nazionale maggiore ai Mondiali di Doha ma la marcia di avvicinamento è stata talmente travolgente che l’effetto matricola si è un po’ perso. Sabbioni non sarà l’atleta spaesato che per la prima volta affronta un’avventura così grande ma negli ultimi due anni ha collezionato esperienze a sufficienza per tenere a bada l’emozione nella prima presenza in azzurro.

L’anno che si va a concludere per il dorsista di Riccione è stato indimenticabile. Vittorie a tutti i livelli, titoilo olimpico, atleta europeo giovane dell’anno e adesso la ciliegina sulla torta si chiama Doha.L’emozione c’è, non si può nascondere però conosco tutti i ragazzi del gruppo che cercherà di farsi valere a Doha. Sarà la mia provenienza da Riccione dove spesso e volentieri alcuni ragazzi della Nazionale vengono per gli stage e quindi si crea quell’amicizia che mi permetterà di non essere proprio considerato l’ultimo arrivato e magari mi permetterà di superare al meglio la tensione“.
Un posto, quello in Nazionale ai Mondiali in vasca corta che Sabbioni ha conquistato grazie ai risultati ottenuti a livello giovanile. “In vasca i miei tempi non sarebbero bastati per entrare in Nazionale ma ho avuto la fortuna di trovare la stagione giusta nell’anno in cui a livello federale si è deciso di aprire una finestra ai giovani più promettenti proprio in occasione del Mondiali di Doha. Sarà una grande esperienza per me anche se so che confrontarmi con i più grandi sarà durissima“.

L’obiettivo di Sabbioni è riuscire a migliorarsi, poi quello che verrà sarà tutto buono.Io cercherò di fare i miei best stimolato dalla situazione e dagli avversari di alto livello. Farò tutte e tre le gare di dorso, 50, 100 e 200 e l’obiettivo sarebbe quello di partecipare ad almeno una sessione pomeridiana, quindi entrare almeno in una semifinale, poi se verrà qualcosa di più sarò contentissimo. Ho lavorato duramente in queste settimane anche se devo ammettere che il lavoro è programmato per arrivare al meglio nella prossima primavera quando proverò a qualificarmi per i Mondiali in lunga. Abbiamo comunque fatto lo scarico per essere al meglio delle mie possibilità attuali a Doha. Bisogna anche tenere conto che io non sono uno specialista attualmente della vasca corta, ho ampi margini di miglioramento in virata e in subacquea ma proverò comunque a giocarmela. Sarà un buon modo per entrare nel circuito mondiale e per concludere il 2014, anno da ricordare“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

Tag

Lascia un commento

Top