Judo, 48 kg: Munkhbat prima, ma la regina è Kondo. Brava Moscatt

Judo-Ami-Kondo-Paula-Pareto-Amandine-Buchard-Maria-Celia-Laborde.jpg

Da oggi inizia il nostro viaggio tra le quattordici categorie di peso del judo, con l’obiettivo di ripercorrere quanto accaduto nel 2014. Per ogni categoria, vi proporremo il ranking IJF di fine anno ed alcuni video salienti, ricordando i vincitori dei titoli più importanti ed i risultati dei migliori italiani. Iniziamo questa rassegna con la categoria 48 kg femminile.

LE PROTAGONISTE

Campionessa mondiale nel 2013, la ventiquattrenne mongola Urantsetseg Munkhbat ha deluso nella rassegna iridata di Čeljabinsk, ma è riuscita comunque a mantenere il primato nel ranking mondiale, grazie alle vittorie del Grand Slam di Baku e del Grand Slam di Abu Dhabi, ma anche laureandosi campionessa asiatica per la seconda volta della carriera ed ottenendo la medaglia d’oro nel Grand Prix casalingo di Ulaanbaatar.

In seconda posizione troviamo invece la campionessa olimpica, la brasiliana Sarah Menezes, anche lei classe 1990. Molto attesa, la judoka verdeoro non ha vissuto una stagione facile, ottenendo solamente un successo al Grand Slam di Tjumen’, in Russia. A bruciare sono il mancato podio iridato, essendosi classificata quinta ai Mondiali, e la sconfitta patita in finale ai Campionati Panamericani per mano della cubana Maria Celia Laborde, numero sette del ranking IJF.

A dominare la stagione, invece, è stata la giovanissima giapponese Ami Kondo. La diciannovenne può essere considerata la rivelazione dell’anno tra tutte le categorie maschili e femminili, ed ha ottenuto tre medaglie d’oro mondiali, vincendo il titolo senior ai danni dell’argentina Paula Pareto, quello junior e quello junior a squadre. La sua stagione si è poi conclusa alla perfezione con la vittoria nel Grand Slam di Tokyo, torneo nel quale si era rivelata alla fine della scorsa stagione, vincendo anche in quell’occasione il titolo.

Quanto al continente europeo, la migliore è l’ungherese Éva Csernoviczki, quinta in classifica e non a caso vincitrice degli ultimi due titoli del cosiddetto “vecchio contintente”. La ventottenne magiara, oltre alla medaglia d’oro di Montpellier, ha conquistato il massimo risultato nella prima edizione del Grand Prix di Budapest, davanti al proprio pubblico, ed il secondo posto al Grand Slam di Abu Dhabi, ma ha mancato il podio in occasione della competizione iridata, dove l’unica europea presente sul podio è stata la francese Amandine Buchard, anche lei classe 1995 come la formidabile Kondo e grande promessa futura.

L’AZZURRA

Per l’Italia, la numero uno della categoria è ancora una volta Valentina Moscatt, numero dodici del mondo ed unica azzurra tra le migliori cento del pianeta. La ventisettenne ha vissuto una delle sue migliori stagioni, ottenendo tanti piazzamenti di prestigio con continuità, anche se è mancata la medaglia d’oro. Il miglior risultato resta il secondo posto del Grand Prix di Budapest, nel quale è stata sconfitta in finale dalla padrona di casa Csernoviczki. Ottimo, però, anche il terzo posto nel Grand Slam di Tjumen’, mentre resta un po’ di amaro in bocca per la quinta posizione dei Campionati Europei, dove l’azzurra ha sfiorato il podio. Moscatt ha comunque confermato di rappresentare una delle principali certezze del judo italiano, ed è certamente un’atleta sulla quale puntare per la stagione 2015 e per i Giochi Olimpici di Rio 2016.

IL RANKING

1 Urantsetseg Munkhbat MGL
2 Sarah Menezes BRA
3 Ami Kondo JPN
4 Paula Pareto ARG
5 Éva Csernoviczki HUN
6 Taciana Lima GBS
7 Maria Celia Laborde CUB
8 Emi Yamagishi JPN
9 Otgontsetseg Galbadrakh MGL
10 Amandine Buchard FRA
11 Maryna Cherniak UKR
12 Valentina Moscatt ITA
13 Monica Ungureanu ROU
14 Jeong Bo-Kyeong KOR
15 Amélie Rosseneu ISR
16 Alesya Kuznetsova RUS
17 Kim Sol-Mi PRK
18 Sümeyye Akkuş TUR
19 Haruna Asami JPN
20 Julia Figueroa ESP

104 Anna Bartole ITA
140 Ilaria Ugon ITA

I VIDEO

Finale Mondiali 2014: Ami Kondo (JPN) vs Paula Pareto (ARG)

Finale Europei 2014: Éva Csernoviczki (HUN) vs Amandine Buchard (FRA)

Finale Grand Prix Budapest 2014: Éva Csernoviczki (HUN) vs Valentina Moscatt (ITA)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top